Katia / #fareimpresa

Innovarsi, la chiave per avere successo

Katia - Fare impresa

Intervista di Davide De Crescenzo, Direttore di intoscana.it a Katia Staffoni, beneficiaria del bando Fare Impresa in agricoltura, promosso dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì (finanziato dal Psr Feasr 2014-2020 ) intervenute durante la tappa di Arcidosso di “Giovanisì in tour, il progetto raccontato dai giovani toscani”

Katia è una maestra d’asilo e delle elementari appassionata di agricoltura. Adesso lavora nell’azienda di famiglia e ha approfittato del bando Fare impresa in agricoltura per iniziare un ricambio generazionale dell’azienda.

Io mi sono trasferita da 10 anni in Toscana, avvicinandomi al mondo dell’agricoltura e a quello vinicolo, conoscendo mio marito che gestiva l’azienda di famiglia con i suoi genitori. L’azienda aveva bisogno di una svolta, che non significava stravolgerla completamente ma bensì andare al passo con i tempi. Per fortuna gli agricoltori sono avvicinati dalle associazioni di categoria che ci danno una grande mano a livello burocratico, e ci ha informato del bando di Regione Toscana – Giovanisì. Abbiamo colto questa opportunità unica. Un’impresa piccola come la nostra a livello economico non avrebbe mai potuto affrontare una grande spesa per innovarsi. Abbiamo ricevuto come finanziamento a fondo perduto di 50 mila euro per partire, in quanto l’azienda ricadeva nella zona montana. Grazie al quale è stato possibile attuare un frantoio, una cantina moderna e tecnologica di 200 metri quadri, ho impiantato anche 4 ettari di oliveto. Tutto questo sarebbe stato impensabile senza questo finanziamento. Ora la mia azienda è di circa 50 ettari di cui 12 di oliveto e 3 di vigneto.

L’investimento totale è stato di 300 mila euro che è molto per le nostre dimensioni, se mi fossi presentata alle banche senza un finanziamento di questo tipo, probabilmente non avrebbero mai accettato il credito. Invece grazie a questo sostegno è stato possibile: i fondi dell’agricoltura sono limitati ma con un progetto di innovazione per la tua azienda agricola, la Regione Toscana ti aiuta finanziandoti dal 40 al 60% . Il nostro progetto riguardava l’ampliamento e l’innovazione dell’azienda e prevedeva una parte di commercio estero, che è fondamentale. Io mi occupo sopratutto di questa parte, infatti, sono molto in giro per la gestione commerciale dei prodotti.

Non solo sostenibilità quindi, ma anche tanta voglia di arrivare agli obbiettivi.

Esattamente, moltissima voglia di innovarsi, di innalzare la qualità dei nostri prodotti e di arrivare ad obiettivi sempre maggiori.

 

Scopri le opportunità di Giovanisì per Fare Impresa

Scrivi una risposta