Giovanisì+

Giovanisì #LabScuola, platea di giovanissimi all’evento finale con Lorenzo Baglioni testimonial

Pubblicato da ggambacciani il 9 Maggio 2019

“Ragazzi, bisogna essere orgogliosi di studiare e di amare la scuola”. Il messaggio arriva da Lorenzo Baglioni, artista toscano molto amato dalle giovani generazioni e tocca nel segno perché davanti a lui c’è una platea formata interamente dagli studenti di prima e seconda superiore protagonisti di un progetto contro la dispersione scolastica.

L’occasione è stato l’evento finale del percorso Giovanisì #LabScuola, ideato dalla Regione Toscana (progetto Giovanisì, Assessessorato all’istruzione e formazione, Fondo Sociale Europeo), con l’obiettivo di indagare sulle cause degli abbandoni scolastici.

L’evento finale si è svolto questa mattina al teatro della Compagnia di Firenze con gli studenti come protagonisti e Baglioni in qualità di animatore e conduttore oltreché di testimonial del progetto.

Il percorso Giovanisì #LabScuola ha coinvolto le classi prime e e seconde di dieci istituti superiori toscani individuati in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale: con loro è stata avviata una riflessione sul significato di autonomia e sulle opportunità che possono essere oggi utilizzate dai giovani per il loro presente scolastico e per il futuro professionale attraverso il Fondo Sociale Europeo e il progetto Giovanisì di Regione Toscana.

L’evento finale di stamani ha visto la partecipazione oltreché degli studenti, delle istituzioni coinvolte, a partire dall’assessorato regionale a istruzione formazione e lavoro e da quello a cultura, università e ricerca.
E’ stata la vicepresidente della Regione a sintetizzare i motivi dell’iniziativa lanciando agli studenti un messaggio sul valore dell’esperienza scolastica e sulle opportunità che si possono aprire grazie a una adeguata formazione. La vicepresidente ha anche ricordato come il fenomeno della dispersione scolastica, anche in virtù delle azioni che sono state promosse in questi anni dalla Regione abbia visto una significativa riduzione in termini percentuali.
Secondo i dati si è passati infatti dal 13,4% del 2015 al 10,6 del 2018. Dati che sono anche in controtendenza con quelli nazionali: nel nostro Paese infatti, il fenomeno dell’abbandono scolastico continua a crescere: attualmente è al 14,5%.

Nel corso dell’evento è stato anche presentato “Secchione is the new figo”, il nuovo video di Baglioni realizzato in collaborazione con Giovanisì proprio nell’ambito del percorso a contrasto della dispersione scolastica. “La canzone – ha spiegato l’artista – prova a ribaltare uno sterotipo. Basta pensare che quello che sta all’ultimo banco a tirare gli aeroplanini di carta sia quello “figo” e quello che sta al primo banco “lo sfigato”. La vita insegna che è vero esattamente il contrario”.

Lorenzo Baglioni ha alternato le canzoni del suo spettacolo “Bella Prof!” all’ascolto diretto dei ragazzi che hanno preso parte al percorso. Protagonisti in particolare sono stati i giovani dell’Istituto da Vinci di Firenze, del Datini di Prato, del Margaritone di Arezzo e del Caselli di Siena che hanno raccontato la loro esperienza agli altri studenti toscani presenti, attraverso i prodotti video realizzati durante i laboratori.
Nel corso dell’evento si sono inoltre esibiti i giovanissimi musicisti della Rete Musicale Toscana (Re.Muto) e alcuni studenti dell’istituto Pertini di Lucca: questi ultimi hanno proposto una breve interpretazione di una scena tratta dal film “I cento passi”; un modo per ricordare la Giornata di commemorazione per le vittime del terrorismo.

 

Comunicato stampa di Massimo Orlandi, Toscana Notizie

Pubblicato il 9 Maggio 2019