Giovanisì+

‘Giovanisì #LabScuola’, percorsi per l’autonomia dei giovani. Lorenzo Baglioni testimonial della sperimentazione
Promozione delle opportunità del Fondo Sociale Europeo e del progetto Giovanisì di Regione Toscana negli Istituti superiori toscani

Pubblicato da dbernacchioni il 22 Ottobre 2018

Precarietà, instabilità e incertezza sono fattori che investono direttamente e trasversalmente il percorso di vita delle giovani generazioni di oggi e che influenzano le loro scelte umane e professionali.

I fattori appena citati evidenziano il forte bisogno da parte dei giovani di essere accompagnati nel loro percorso di crescita e di essere guidati per reperire tutti gli strumenti necessari per realizzare a pieno la loro autonomia. Questa esigenza è maturata maggiormente con l’emersione del fenomeno Neet, sempre più giovani non studiano e non lavorano e questo “essere fuori da tutto” li ha portati ad una condizione di apatia e ‘non interesse’ generalizzato. Negli ultimi anni l’Unione Europea e le Istituzioni locali si sono molto interessate a questo fenomeno, cercando progettualità e metodologie per contrastare e prevenire l’espandersi di questo fenomeno.

Anche i giovani che si apprestano ad iniziare un percorso di istruzione superiore, sono spesso già disillusi rispetto alle possibilità che potrebbero presentarsi loro una volta terminato il percorso scolastico, e spesso utilizzano questa disillusione come una delle motivazioni che li spingono ad interrompere i propri studi.

Appare quindi importante proporre nelle scuole percorsi che stimolino la riflessione dei giovani e forniscano loro strumenti che possano facilitarne i processi di scelta, proprio a partire dalle opportunità che il Fondo Sociale Europeo e il progetto Giovanisì di Regione Toscana mettono a disposizione.

Visti i numerosi interventi che la Regione Toscana già realizza a favore della classi IV e V, è importante sviluppare questa sperimentazione a favore dei più giovani andando ad intercettare le situazioni di disagio che si verificano a partire dai primi anni di scuola, con lo scopo anche di indagare il fenomeno della dispersione scolastica in entrata.


Dopo i laboratori nei dieci istituti coinvolti (novembre 2018-marzo 2019, vedi paragrafo a seguire) a Livorno, Lucca e Firenze si terranno i tre eventi finali di restituzione con Lorenzo Baglioni testimonial: 

i tre eventi finali con lorenzo baglioni testimonial

Nei tre eventi di restituzione i giovani delle classi coinvolte racconteranno attraverso i prodotti realizzati il percorso ad altri studenti delle I e II toscane. Agli eventi interverranno, insieme ai giovani protagonisti della sperimentazione, l’Assessore Cristina Grieco, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, l’Autorità di Gestione del Fondo Sociale Europeo della Regione Toscana, l’Ufficio Giovanisì e i formatori che hanno accompagnato gli studenti nel percorso.

Prossimi eventi

  • Lucca, 29 marzo 2019 (ore 10.30-12.30) – Auditorium San Romano (Piazza S. Romano)
  • Firenze, 9 maggio 2019 (ore 10.30-12.30) – Teatro della Compagnia (via Cavour 50/r)

Eventi già svolti

  • Livorno, 15 marzo 2019 (ore 10.30-12.30) – Teatro 4 mori. Leggi la news

Sarà Lorenzo Baglioni, cantante ed attore toscano, il testimonial di Giovanisì #LabScuola. Finalista dell’edizione 2018 di Sanremo con il brano “Il Congiuntivo”, è da sempre vicino al mondo scuola con le sue canzoni. Chi meglio di lui può trasmettere ai giovani un messaggio di fiducia verso ciò che il futuro riserva, così che possano costruire fin da subito le basi per il proprio percorso di autonomia e di vita.

Lorenzo Baglioni sarà protagonista ai tre eventi finali con una ‘rivisitazione’ del suo spettacolo, durante il quale coinvolgerà nella riflessione i ragazzi che hanno partecipato alle attività di Giovanisì Lab Scuola e la platea.


IL PERCORSO in aula: cosa è stato fatto prima degli eventi finali

Il percorso Giovanisì #LabScuola é rivolto ad alcune classi I e II superiori di istituti professionali toscani individuate in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale

Gli istituti coinvolti:

  • SIS Sigismondi-Pacinotti (Pescia – Pt) – 16 e 20 novembre 2018
  • ISIS Leopoldo II di Lorena (Grosseto) – 27 e 28 novembre 2018
  • IS Barsanti (Massa) – 6 e 14 dicembre 2018
  • IS Leonardo da Vinci (Firenze) – 7 e 12 dicembre 2018
  • IPSSAR Datini (Prato) – 10 e 11 gennaio 2019
  • IIS Margaritone (Arezzo)- 16 e 24 gennaio 2019
  • IS Caselli (Siena) – 25 e 29 gennaio 2019
  • IPSSAR Matteotti (Pisa) 6 e 12 febbraio 2019
  • IIS Vespucci (Livorno) – 13 e 15 febbraio 2019
  • Polo Scientifico Tecnico-Professionale Fermi-Giorgi (Lucca) – 22 febbraio e 1 marzo 2019

Il progetto ha previsto interventi in aula di un formatore (a cura del soggetto incaricato Euroteam progetti), nei quali i giovani hanno avuto modo di avvicinarsi al tema dell’autonomia ed acquisire informazioni sulle opportunità del Fondo Sociale Europeo e del progetto Giovanisì. Gli incontri hanno portato alla realizzazione di un prodotto finale (uno per ogni scuola) realizzato dagli studenti (che sia video o musica o testo o immagine ecc) che restituirà il lavoro svolto in aula.
Il soggetto gestore incaricato della formazione è Euroteam progetti.

L’intervento nelle classi, della durata di 8 ore, ha previsto:

  • una riflessione sul tema dell’autonomia e della scelta;
  • informazioni sul FSE;
  • informazioni sul progetto Giovanisì;
  • un laboratorio per la preparazione della restituzione durante gli eventi finali

La metodologia scelta per le iniziative laboratoriali è stata quella della partecipazione attiva e del play ground: i ragazzi hanno giocato ad interpretare in prima persona quello che vorranno diventare, attraverso le varie opportunità proposte, con l’obiettivo di rafforzare in loro la fiducia nel futuro che è alla base dell’impegno di oggi, nel percorso di studio.

 

Guarda il  servizio sulla presentazione del progetto (dal minuto 3’50” al minuto 5’48”)

 


 

 

Pubblicato il 22 Ottobre 2018