Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

Scade il 31 ottobre 2019 la possibilità per partecipare al bando Giovani@Ricerca_ScientifIca, promosso dalla Fondazione Caript di Pistoia e Pescia. Il bando, che intende favorire lo sviluppo del territorio della provincia di Pistoia attraverso la promozione della ricerca scientifica si impegna a finanziare progetti di ricerca per un importo complessivo di 300.000 euro.

L’opportunità è rivolta a finanziare assegni di ricerca per giovani ricercatori under 40 per progetti della durata massima di 2 anni, nei seguenti settori:

  • Scienze sociali e umanistiche
  • Scienze fisiche, chimiche e ingegneristiche
  • Scienze della vita

I ricercatori che partecipano al bando devono naturalmente essere operanti all’interno di università, istituzioni ed enti pubblici di ricerca e sperimentazione attivi sul territorio nazionale, e i progetti presentati devono essere in grado di produrre effetti sul territorio della provincia di Pistoia.

Le proposte saranno vagliate da una commissione e da un esperto di nazionalità non italiana, operante in un università estera, e saranno valutate sulla base dei seguenti criteri:

  • valore scientifico della proposta
  • le ricadute in termini occupazionali ed economici
  • benefici sullo sviluppo imprenditoriale locale e sull’indotto produttivo
  • valorizzazione delle risorse del territorio

Il finanziamento previsto dal bando, consiste nell’erogazione di un contributo per un assegno di ricerca per il giovane ricercatore, che deve corrispondere al 75% del costo di un assegno di ricerca (da un minimo di 23.786,76 euro a un massimo di 30.922,20 lordi), cioè di massimo 23.000 euro per ciascuno dei due anni di durata massima del progetto. A esso potrà essere aggiunto, ove richiesto, un rimborso di massimo 7.500 euro per anno per spese inerenti il medesimo progetto.

A chi è rivolto
Possono partecipare al bando i giovani ricercatori italiani under 40 che abbiano conseguito il titolo di dottore di ricerca alla data di pubblicazione del bando, oppure il titolo di specializzazione nelle aree dove previsto. Il ricercatore deve essere inoltre titolare di un assegno di ricerca presso un’università o ente di ricerca.

N.B. L’università o ente di ricerca devono finanziare almeno il 25% dell’assegno di ricerca.

Come partecipare
La domanda può essere presentata gratuitamente. I ricercatori interessati dovranno collegarsi alla pagina dedicata, registrarsi e compilare il form di partecipazione, allegando anche la documentazione prevista dal bando (su questo si veda la pagina dedicata ai bandi della Fondazione Caript).

Quando
Sarà possibile inoltrare la domanda per ottenere gli assegni di ricerca entro il 31 ottobre 2019.

Per informazioni

Fonte: Fondazione Caript

Lascia un commento