Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

Luci spente a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Giunta regionale, e nei palazzi del Centro direzionale di Novoli sabato prossimo 23 marzo dalle 20.30 alle 21.30. Così, per il secondo anno consecutivo, la Regione Toscana parteciperà all’Ora della Terra, il più grande evento globale organizzato dal WWF contro i cambiamenti climatici e per uno stile di vita più sostenibile.

L’Ora della Terra 2013 lascerà al buio monumenti, luoghi simbolo, sedi istituzionali, uffici, imprese e abitazioni private di tutto il mondo, per coinvolgere tutti i livelli della società nei cambiamenti concreti che possono garantire il futuro della vita sul pianeta e il benessere dell’uomo.

“Anche quest’anno la Regione Toscana aderisce all’Ora della Terra – dichiara il presidente Enrico Rossi – per unirsi responsabilmente a quanti si impegnano in azioni concrete a difesa dell’ambiente e invita tutti i cittadini toscani ad attuare azione virtuose per contrastare un cambiamento climatico sempre più devastante. Purtroppo continuiamo a sperimentare quanto il mutamento delle condizioni del clima influenzi la nostra vita di tutti i giorni, con le alluvioni che ripetutamente colpiscono il nostro territorio. Per questo la Regione ha deciso una svolta nella gestione del territorio, con le nuove disposizioni in materia di edificazione e difesa del suolo e con gli interventi di messa in sicurezza idraulica e idrogeologica nelle zone più colpite dai recenti episodi alluvionali”.

Nel 2012 le città coinvolte sono state più di 7000 in 152 paesi del mondo, con oltre 2 miliardi di partecipanti. In Italia hanno aderito 400 città.

L’Ora della Terra 2013
Il comunicato stampa del WWF Toscana

 

 

Comunicato stampa Toscana Notizie

Lascia un commento