Eventi

Al via ‘Rock Contest 2018’ con il premio speciale ‘Fse-Giovanisì’ della Regione Toscana

Pubblicato da ggambacciani il 18 ottobre 2018

“Ancora una volta cerchiamo di sfruttare la grande capacità aggregativa della musica per intercettare il mondo dei giovani, e lo facciamo per il secondo anno istituendo all’interno del Rock Contest il premio speciale ‘Fse-Giovanisì’, per informare la platea giovanile sugli interventi finanziati con il Fondo sociale europeo in Toscana e sulle altre opportunità offerte da Giovanisi, il progetto regionale per l’autonomia dei giovani. Confidiamo così di poter raggiungere alcuni target con cui è difficile entrare in contatto attraverso i canali istituzionali più tradizionali, come ad esempio i NEET ed i Drop out, contribuendo a restituire uno sguardo fiducioso sul futuro ad una generazione fortemente penalizzata dalla crisi economica”.

Lo ha spiegato Monica Barni, vicepresidente e assessore alla cultura della Regione Toscana, a margine della conferenza stampa di presentazione del Rock Contest 2018, lo storico concorso nazionale per artisti e band emergenti che si svolgerà per otto serate a Fireze, dal 25 ottobre al 1 dicembre. Il premio, per un ammontare massimo di 3000 euro, verrà assegnato al brano musicale originale che meglio esprimerà le aspirazioni ed i desideri dei giovani, cercando di contribuire al bisogno di crescita professionale e di opportunità per le band giovanili emergenti nel territorio regionale.

Durante le otto serate di Rockcontest verranno proiettati i video serali “Il futuro addosso“, che promuovono alcune delle opportunità di Giovanisì e del Fondo Sociale Europeo attraverso la storia di Carlo e il suo incontro con una voce fuori campo “particolare”.  Saranno inoltre presenti dei corner con altro materiale informativo con  l’obiettivo di esortare i giovani ad informarsi su tirocini, formazione professionale, voucher per l’alta formazione, borse di studio, servizio civile, apprendistato, opportunità per giovani professionisti .

“La Regione Toscana con il Fse e il progetto Giovanisì – ha aggiunto la vicepresidente Barni – in questi anni ha messo a punto numerosi strumenti per aiutare i giovani nella scelta consapevole degli studi, a orientarsi ed avvicinarsi al mondo del lavoro, a perfezionare gli studi o a formarsi nei settori economici strategici. Un obiettivo così importante che la Toscana ha scelto di destinare il 35% della dotazione finanziaria di 732 milioni di euro della programmazione 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo alle politiche a favore dei giovani. Formazione professionale e alta formazione, borse di studio, apprendistato, servizio civile, tirocini, opportunità per giovani professionisti, sostegno per la creazione di impresa, rappresentano il perimetro strategico del progetto Giovanisì della Regione Toscana e le possibilità concrete che la campagna di informazione intende far conoscere ai giovani”.

 

Comunicato stampa di Toscana Notizie

 

Pubblicato il 18 ottobre 2018