Studio e formazione

ITS, ecco i diciassette percorsi che saranno attivati nell’anno formativo 2018-19

Pubblicato da dbernacchioni il 13 luglio 2018

Banner-Azioni-DEF2-06Più di quattro fra ragazze e ragazzi su cinque che hanno frequentato un percorso ITS (Istituto Tecnico Superiore), che è un corso di specializzazione tecnica post diploma, esattamente l’82,5 per cento, a un anno dalla conclusione della formazione ha trovato lavoro. E l’87,3 per cento di questi, secondo i dati a disposizione, lo ha trovato in un’area coerente con il percorso effettuato. Una quota che in Toscana, addirittura, si migliora notevolmente arrivando al 91 per cento. Il che vuol dire che, in Toscana, circa nove studenti su dieci, nel giro di un anno dal conseguimento nel diploma, lavorano nel settore per il quale si sono formati.
La Regione Toscana, nei giorni scorsi, ha approvato la graduatoria dei percorsi Its che saranno avviati entro il prossimo 30 ottobre per l’anno formativo 2018-19. Si tratta di diciassette percorsi che metteranno in aula circa 400 alunni. Lo scopo è rispondere agli interessi formativi dei ragazzi e delle ragazze coniugando questi con le richieste del mercato del lavoro. Questi percorsi sono co-finanziati dal programma Por Fse 2014-20 per un importo complessivo di oltre 4 milioni e mezzo di euro, esattamente 4.630.000, e vengono realizzati nell’ambito del progetto Giovanisi, il progetto toscano per l’autonomia dei giovani.

“Ragazze e ragazzi frequenteranno il percorso più adatto alle loro capacità e conoscenze avendo a disposizione un’offerta formativa molto ampia, diversificata e sempre più di qualità”, afferma l’assessore a Lavoro, formazione ed istruzione della Regione, Cristina Grieco. “L’offerta formativa degli Its si caratterizza per la variabilità e per la capacità di adattarsi e di rispondere alle richieste all’ambiente sempre più complesso e dinamico del mondo delle produzioni”.
L’assessore Grieco, inoltre, precisa: “E’ una opportunità per i giovani appena usciti dalla maturità che desiderano scegliere un percorso post-diploma che favorisce l’ingresso immediato nel mondo del lavoro. Chi ha attitudini ed interessi nei settori proposti può prendere subito contatti con le fondazioni per informarsi sui percorsi che partiranno nel prossimo autunno”.

I percorsi in avvio entro il 30 ottobre sono: tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie, agro-alimentari ed agro-industriali rientrante nel progetto Enofood.com; tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali concernente il progetto Agri.Mktg 4.0; tecnico superiore per la comunicazione e il marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali relativo al progetto Events; tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive concernente il progetto Homa3; tecnico superiore dl processo, prodotto, comunicazione e marketing per il settore calzature e moda rientrante nel progetto Mita Engineering; tecnico superiore per il coordinamento dei processi di progettazione, comunicazione e marketing del prodotto moda relativo al Oui Mità; tecnico superiore per l’innovazione di processi e prodotti meccanici concernente il progetto Rail 18; tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronica relativo al progetto Tecno 18; tecnico superiore per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche rientrante nel progetto List; tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci relativo al progetto Stc con percorso triennale; tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile concernente il progetto Build Tech; tecnico superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici del progetto Ener Tech; tecnico superiore per la produzione di apparecchi e dispositivi diagnostici, terapeutici e riabilitativi del progetto Biomed Tech; tecnico superiore per il sistema qualità di prodotti e processi a base biotecnologica concernente il progetto Bioqual Tech.

Gli altri tre corsi, sempre rientranti nei diciassette percorsi approvati, sono stati progettati da più fondazioni Its della Toscana, che agiscono in associazione temporanea, al fine di offrire un’opportunità formativa ancora più integrata e condivisa, espressione dei fabbisogni di competenze del territorio produttivo. Essi sono, per l’esattezza: tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing per II settore tessile, abbigliamento e moda del progetto Mi Tab Fashion Metal a cura delle fondazioni Mita e Tab; tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software del progetto Byte 18 Ict delle fondazioni Prime e Vita; tecnico superiore per la comunicazione e il marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali rientrante nel progetto Y&T delle fondazioni Tab e Isyl.

 

  • Per maggiori informazioni: vai alla pagina dedicata ai corsi sul sito di Giovanisì

 

Comunicato stampa di Marco Ceccarini, Toscana Notizie

Pubblicato il 13 luglio 2018