Fare impresa

Bando internazionalizzazione per micro, piccole e medie imprese, liberi professionisti
Attivo fino ad esaurimento fondi

Pubblicato da giovanisi il 16 aprile 2018

La Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, sostiene la realizzazione di progetti di investimento finalizzati all’internazionalizzazione in Paesi esterni all’Unione Europea del sistema imprenditoriale toscano. Il bando, attraverso la concessione di contributi in conto capitale, prevede il finanziamento di progetti che prevedano innovazione commerciale, partecipazione a fiere e saloni internazionali, uffici e sale espositive all’estero, servizi promozionali e specialistici per l’internazionalizzazione dell’impresa, con particolare attenzione ai giovani. Il soggetto gestore è Sviluppo Toscana e il bando, attivo fino ad esaurimento fondi, è finanziato con il POR CREO FESR 2014/2020.

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda:

  •  Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma singola o associata (RTI/ATI,ATS, Rete-Contratto);
  • Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto),Consorzi, società consortili, costituiti o in via di costituzione;
  • i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese aventi sede legale o unità locale destinatarie dell’intervento, nel territorio regionale.

L’investimento oggetto dell’agevolazione deve essere realizzato da imprese localizzate nel territorio della Regione Toscana regolarmente iscritte alla CCIAA (Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura) territorialmente competente ed esercitare, in relazione alla sede o unità locale destinatarie dell’intervento, un’attività economica identificata come primaria, corrispondente ad uno dei Codici Ateco previsti (vedi art. 2.2 del bando), ovvero settore manifatturiero e servizi o turismo.
Per i progetti presentati da imprese (o aggregazioni) giovanili (18-40 anni) è prevista una premialità di punteggio nella valutazione.

Cosa finanzia il bando

Il progetto presentato deve prevedere investimenti che consistano nell’acquisizione di servizi qualificati delle tipologie da C.1 a C.5 del “Catalogo dei Servizi dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane” (Vedi Allegato 2 del bando) ovvero:

  • Partecipazione a fiere e saloni internazionali
  • Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  • Servizi promozionali
  • Supporto specialistico all’internazionalizzazione
  • Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.

Tipologia di agevolazione

Le agevolazioni consistono in un contributo in conto capitale, anche nella forma di voucher (limitatamente alle spese rivolte a fornitori nazionali). L’investimento minimo e massimo attivabile e la percentuale di contributo in conto capitale previsto (dal 30% fino al 50% dell’investimento ammissibile), variano a seconda della tipologia del richiedente e dell’attività per cui viene richiesto il finanziamento (vedi articoli 3.2 e 3.5 del bando).

Termini e modalità di presentazione della domanda

La domanda di agevolazione deve essere presentata, a partire dal 3 settembre 2018 (ore 10) e fino ad esaurimento dei fondi, esclusivamente on-line, accedendo al Sistema Gestionale di Sviluppo Toscana, secondo le modalità descritte nella Guida al Sistema di Accesso Unico.

Documentazione

Decreto n.12057 del 23/07/2018

Informazioni

Sviluppo Toscana 
Vai alla pagina dedicata al bando
internazionalizzazione@sviluppo.toscana.it (per assistenza sui contenuti del bando)
supportointernazionalizzazione@sviluppo.toscana.it (per assistenza informatica sulla compilazione della domanda on-line)

Settore Politiche di sostegno alle imprese della Regione Toscana
Vai alla pagina dedicata sul sito di Regione Toscana

Ufficio Giovanisì
Numero verde 800 098 719 (lun-ven, ore 9.30-16)
info@giovanisi.it

Precedente avviso

Documentazione valida fino al 1° agosto 2018

Decreto n.5756 del 19/04/2018

 


 

striscia-fesr

Pubblicato il 16 aprile 2018