Giovanisì network

Dalla Comunicazione 2.0 all’imprenditoria giovanile: sei tesi di laurea su Giovanisì

Pubblicato da giovanisi il 28 febbraio 2016

giovanisìGiovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani, è una buona pratica sempre più studiata anche nelle facoltà universitarie.

A oggi sono sei le tesi di laurea assegnate e discusse attorno a questa esperienza. E tutte sono consultabili alla pagina web “La libreria di Giovanisì“, dove sono raccolte alcune pubblicazioni riferite al progetto Giovanisì.

Furio Sbolgi, nel corso di laurea magistrale in comunicazione Strategica presso la Scuola di Scienze Politiche Cesare Alfieri, ha lavorato proprio sul portale Giovanisì della Regione Toscana (“La comunicazione pubblica al servizio delle nuove generazioni”). Francesca Adinolfi nel corso di laurea di teorie e tecniche della comunicazione ha portato Giovanisì come buona pratica di utilizzo dei Social nella PA (I social media e la Pubblica Amministrazione: un’interazione per una nuova comunicazione. Esperienze nel territorio toscano”) . Serena Ciabatti, nel  corso di laurea in Scienze dei Servizi Giuridici presso la Scuola di Giurisprudenza, ha trattato “L’imprenditoria giovanile nella legislazione della Regione Toscana”. José Antonio Alvarez (corso di laurea in Scienze Turistiche presso la Scuola di Economia e Management) ha trattato, riferendolo al “caso della Regione Toscana” la tematica della imprenditorialità giovanile. Bianca Degl’Innocenti nel Corso di Laurea Magistrale in Sociologia e Ricerca Sociale ha fatto una tesi sui “NEET” (Oltre la categoria NEET. Una ricerca qualitativa nell’Empolese Valdelsa”) parlando anche del bando sperimentale di Giovanisì. Oltrepassando i confini della Toscana, all’Università di Genova Melania Scrofani nella tesi “Giovani, politica e politiche: casi regionali a confronto” analizza il progetto Giovanisì come case history per le politiche giovanili.

 

 

Pubblicato il 28 febbraio 2016