Il 23 e 24 settembre a S.Rossore (PI) c’è “Med Net”, una rete per l’inclusione dei giovani nel Mediterraneo

Pubblicato da giovanisi il 2 settembre 2014

Il 23 e 24 settembre 2014 c/o Tenuta del Parco San Rossore di Pisa si terrà  il Meeting “Med Net: una rete per l’inclusione dei giovani nel Mediterraneo”.
N.B. la partecipazione è esclusivamente a invito

Il Meeting, che raccoglierà circa cento giovani provenienti dalla riva Nord e Sud del Mediterraneo, ha lo scopo di promuovere il dialogo su temi quali mobilità, politiche di studio e lavorative, parità di genere e ruolo dei giovani nelle istituzioni.

Tutti i Paesi della sponda Nord e Sud del Mediterraneo stanno attraversando cambiamenti sociali e politici drastici che sottolineano la mancanza di partecipazione dei giovani e la loro rappresentanza nelle riforme sociali, politiche ed economiche in atto. È giunto il momento di rafforzare il ruolo dei giovani nei processi democratici, per far sentire che la loro voce può essere
ascoltata in quanto forza trainante verso il cambiamento.
Per promuovere il dialogo tra i giovani è necessario partire dal coinvolgimento della società civile e, in particolare, delle associazioni giovanili, degli enti locali, dei gruppi informali e delle ONG che da sempre rappresentano il settore della popolazione più aperto al cambiamento e in grado di stimolare il rinnovamento di un’intera società.

Al Meeting parteciperanno rappresentanti giovani di associazioni della società civile, enti locali e ONG provenienti dai territori dell’area mediterranea con cui la Regione Toscana da anni intesse collaborazioni sui temi della cooperazione e delle politiche giovanili.

Parteciperanno: Creta (Grecia), Alentejo (Portogallo), Puglia (Italia), Emilia-Romagna (Italia), Paca (Francia), Catalogna (Spagna), Marocco, Tunisia, Israele, Libano, Egitto, Palestina.

Al Meeting interverranno, tra gli altri, Enrico Rossi (Presidente della Regione Toscana), Vera Baboun (Sindaco di Betlemme), Patrick Allemand (vice presidente della Regione PACA) e Andrei Claret (della Fondazione Anna Lindh).

La due giorni è organizzata dalla Regione Toscana – settore Relazioni Internazionali e Ufficio Giovanisì, in collaborazione con Oxfam Italia, nel quadro di un progetto per la valorizzazione del ruolo delle giovani generazioni nella costruzione dei processi di democratizzazione delle società mediterranee. Il meeting non è ad ingresso libero, la partecipazione è esclusivamente a  invito.

Il Meeting si inserisce all’interno del calendario del Semestre di Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.

In apertura, martedì 23 settembre, tavola rotonda moderata dal giornalista Umberto de Giovannangeli su ‘L’inclusione dei giovani per un nuovo Mediterraneo’. Intervengono, tra gli altri, il presidente Enrico Rossi (che introdurrà l’incontro), il sindaco di Betlemme Vera Baboun, il vicepresidente della regione di Paca (Francia) Patrick Allemand ed il responsabile comunicazione della Fondazione Anna Lindh Islam Mohamed. Seguono la presentazione del meeting e delle associazioni coinvolte.

Il pomeriggio del 23 e la mattina del 24 settembre si svolgeranno due sessioni di workshop di approfondimento sui temi al centro del confronto (politiche di studio e lavoro, ruolo dei giovani nelle istituzioni, mobilità, scambi e opportunità di studio e lavoro, pari opportunità e uguaglianza di genere) con ragazzi e ragazze divisi in quattro gruppi animati da facilitatori scelti tra docenti universitari, giornalisti, ricercatori e rappresentanti delle istituzioni e della società civile. Al termine dei workshop saranno prodotti 4 dossier tematici di approfondimento per ognuno dei temi e, alla fine della due giorni, verrà presentato un documento di sintesi dei lavori. Il pomeriggio del 24 settembre sono previsti interventi di relatori rappresentanti di istituzioni partner, società civile e organizzazioni internazionali sul tema ‘Una rete di giovani per il nuovo Mediterraneo: le prospettive e le opportunità per I giovani’. Le conclusioni del meeting sono affidate alla vicepresidente Stefania Saccardi.

 

[Notizie correlate]
Rossi: “Fare del Mediterraneo un mare di convivenza, non di morte”
Med Net, i giovani del Mediterraneo a San Rossore per costruire il futuro


Pubblicato il 2 settembre 2014