Lavoro

Agricoltura sociale in Toscana: ecco come funziona il primo bando in Italia

Pubblicato da giovanisi il 23 maggio 2012

E’ il primo bando di questo genere in Italia e le domande si possono fare fino al 2 luglio prossimo. E’ il bando sull’agricoltura sociale della Regione Toscana, la misura che offre contributi pubblici a fondo perduto, a fronte dell’inserimento di persone con disabilità o svantaggio in una azienda agricola, a coloro i quali, che siano imprenditori agricoli, cooperative sociali, enti o associazioni, svolgono attività a favore di persone con disabilità o svantaggio.

Come funziona il bando, chi può ottenere i contributi, quali attività si possono fare, quali le priorità, quali persone con disabilità possono tarre più vantaggio dall’attività in campagna: questi e altri saranno i temi di una presentazione che si terrà il 24 maggio, dalle 10 alle 12, in palazzo Strozzi Sacrati a Firenze.

Saranno presenti l’assessore all’agricoltura, Gianni Salvadori, il consigliere per i diritti delle persone disabili, Massimo Toschi, il responsabile dell’ufficio Giovanisì della Regione, Carlo Andorlini, e il dirigente del settore agricoltura che ha emanato il bando, Simone Tarducci.

L’iniziativa si inserisce all’interno della programmazione dei Cantieri Giovanisì – Infoday

Per maggiori informazioni:
Numero verde Giovanisì: 800 098 719 (lun-ven, ore 9.30-16)
E-mail: cantieri@giovanisi.it

scarica il programma

Comunicato stampa di Laura Pugliesi, Toscana Notizie

Pubblicato il 23 maggio 2012