Bando di concorso per un premio di laurea “stefano pieracci” per il 2012

Pubblicato da giovanisi il 22 marzo 2012

L’Associazione Italiana di Scienze Regionali (AISRe), con il contributo della Regione Toscana, per onorare la memoria di Stefano Pieracci, bandisce annualmente un concorso per un Premio di laurea al fine di promuovere fra i giovani studiosi lo studio delle materie della programmazione e della valutazione delle politiche a livello regionale e locale.

1. Per il 2012 è bandito il concorso a un Premio di laurea con le modalità stabilite dal presente bando. Il Premio consiste nella somma di euro 3.000,00 e nell’iscrizione gratuita alla XXXIII Conferenza di Scienze Regionali (Teramo, 13-15 settembre 2012) e all’Associazione Italiana di Scienze Regionali per l’anno sociale 2012/2013.

2. La partecipazione al concorso è riservata a coloro che, svolgendo una tesi sui temi propri della programmazione e della valutazione delle politiche a livello regionale e locale, abbiano conseguito la laurea (vecchio ordinamento) o la laurea specialistica in una università italiana, tra il marzo 2009 e il marzo 2012, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda. Non possono essere ripresentate tesi già presentate in precedenti edizioni del Premio “Stefano Pieracci” o del premio “Giorgio Leonardi”.

3. La domanda di ammissione al concorso, da redigere in carta libera, deve risultare recapitata a mezzo plico postale postacelere entro il termine perentorio del 15 aprile 2012 all’indirizzo del responsabile del Premio (si prega di inviare una E-mail che segnala la partecipazione al bando e la spedizione in corso):

Ing. Valerio Cutini – Dipartimento di Ingegneria Civile – Sede di Architettura e Urbanistica – Facoltà di Ingegneria – Università di Pisa, Largo L.Lazzarino, 1 56122 Pisa

E-mail: valerio.cutini@ ing.unipi.it

Eventuali informazioni o chiarimenti in merito alle modalità di presentazione delle domande possono essere richiesti al responsabile del Premio.

4. Nella domanda il candidato deve indicare il proprio nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio e codice fiscale, nonché il recapito e-mail, telefonico e postale al quale ricevere eventuali comunicazioni. Ogni variazione dei recapiti deve essere tempestivamente comunicata al responsabile del Premio. L’AISRe non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazione non imputabile a colpa diretta dell’AISRe stessa.

5. Il candidato deve allegare alla domanda i seguenti documenti:

  • articolo di sintesi della tesi di laurea di non meno di quindici e non più di venti pagine, nel quale siano esposti i paradigmi teorici di riferimento, la metodologia seguita, i risultati ottenuti e i principali riferimenti bibliografici, mettendo in rilievo il contributo originale dell’autore. La sintesi deve essere inviata su CD-Rom, in formato PDF (o RTF o DOC), con il cognome del candidato nel nome dei file;
  • una scheda abstract del lavoro di tesi utilizzando il modulo allegato
  •  la tesi di laurea, in formato PDF (o RTF o DOC), con il cognome del candidato nel nome dei file, sullo stesso CD-Rom indicato al punto a;
  •  autocertificazione della autenticità della copia della tesi (dichiarazione sostitutiva di attonotorio), ai sensi del d.p.r. 445/2000;
  •  certificato di laurea specialistica (con indicazione del voto finale) in copia autenticata conautocertificazione (dichiarazione sostitutiva di atto notorio), ai sensi del d.p.r. 445/2000;

Resta fermo l’obbligo del candidato di presentare la versione cartacea (in originale o in copiaautenticata) della tesi, su eventuale richiesta del responsabile dei Premi. Segnalazione dell’avvenuto invio della domanda (con precisazione di nome, cognome, telefono ed e-mail) deve essere inviata al responsabile del Premio per posta elettronica entro il giorno successivo al termine di cui all’art. 3. Non saranno presi in considerazione documenti inviati all’AISRe dopo il termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso. La documentazione presentata non verrà restituita

6. I candidati sono ammessi con riserva al concorso. L’esclusione, per il mancato rispettoanche parziale delle condizioni previste dal presente bando agli articoli 2-5, è disposta dal responsabile del Premio.

7. L’assegnazione del Premio è determinata con giudizio insindacabile dalla Commissione giudicatrice nominata dal Consiglio direttivo dell’AISRe; di essa fa parte di diritto anche il dirigente responsabile del Settore “strumenti della programmazione reginale e locale” (o il titolare della posizione organizzativa “Strumenti della programmazione”) della Regione Toscana. A conclusione dei lavori la Commissione, previa valutazione comparativa, con deliberazione assunta a maggioranza dei componenti, individua inequivocabilmente la tesi vincitrice e il nominativo del suo autore (i nominativi nel caso di più autori). La regolarità degli atti, costituiti dalla relazione riassuntiva dei lavori svolti, è accertata dal Responsabile del Premio. L’autore, o gli autori, della tesi vincitrice riceverà comunicazione scritta, a mezzo posta elettronica e lettera raccomandata, del conferimento del Premio da parte del responsabile del Premio entro il 10 giugno 2012.

8. Il vincitore del concorso è tenuto a presentare alla XXXIII Conferenza Italiana di Scienze Regionali un saggio di lunghezza compresa tra 6.000 e 8.000 parole (cioè di non più di venti cartelle dattiloscritte, figure, tabelle, grafici e riferimenti bibliografici inclusi) elaborato sull’argomento della tesi. Il vincitore invierà il testo del contributo al sito Internet dell’AISRe (indirizzo www.aisre.it) entro e non oltre il 30 giugno 2012. Il vincitore è altresì tenuto a comunicare l’accettazione del Premio entro e non oltre il 20 giugno 2012 al Segretario AISRe:

Paolo Rizzi – Università Cattolica di Piacenza -Via Emilia Parmense 84 29100 Piacenza

Email: paolo.rizzi@unicatt.it

La presentazione del saggio nel corso della Conferenza e la presenza alla cerimonia di premiazione sono condizioni necessarie al ricevimento del Premio.

9. L’accettazione del premio da parte del vincitore equivale al consenso all’eventuale pubblicazione della tesi vincitrice (o di suoi estratti) in una collana editoriale della Regione.

10. Il Premio in denaro viene erogato in un’unica soluzione in occasione della premiazione che avrà luogo durante la Cena sociale della XXXIII Conferenza scientifica. La somma corrisposta a titolo di premio è soggetta al trattamento tributario di cui alla L. 835/1982.

11. Il vincitore del concorso è nominato con riserva. La decadenza, nei casi contemplati dal presente bando all’art. 8, è disposta dal Segretario.

12. La deliberazione assunta e la relazione riassuntiva sono rese pubbliche per via telematica. Ai fini della L. 675/1996, l’AISRe si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dal candidato: tutti i dati forniti saranno trattati solo per le finalità connesse e strumentali al concorso, nel rispetto delle disposizioni vigenti.

Scarica i bandi Aisre

 

Chi era Stefano Pieracci
Stefano Pieracci è stato responsabile della programmazione regionale negli anni in cui le metodologie e gli strumenti programmatici sono stati rilanciati,sia in Toscana che a livello nazionale,sulla spinta che proveniva da Bruxelles. Stefano Pieracci è stato anche socio attivo dell’AISRe,alle cui conferenze ha partecipato con i propri contributi. Il seminario intende ricordare le idee e il lavoro di Stefano Pieracci,ricostruendo l’evoluzione della programmazione regionale in Italia e presentando alcune significative esperienze regionali a confronto,con contributi sia di operatori pubblici che di Docenti .

Fonte: www.aisre.it

 

Pubblicato il 22 marzo 2012
Tags: bandi aisre