Tra tirocinio e studio: biotecnologia che passione!

Gaelle - Studio e Formazione, Tirocini

Intervista di Gianluca Testa, giornalista di Intoscana.it, a Gaelle Frigo, 29 anni, beneficiaria di un tirocinio non curriculare e di un corso ITS – Istruzione Tecnica Superiore, misure promosse dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì (cofinanziate dal POR FSE 2014/2020) intervenuta alla tappa di Borgo a Mozzano (LU) di “Giovanisì in tour, il progetto raccontato dai giovani toscani”

Hai conosciuto la possibilità di svolgere un tirocinio non curriculare, cofinanziato dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì, grazie a qualcuno che te ne ha parlato, in questo caso il tuo fidanzato.

Si, è stato proprio lui che mi ha segnalato questa opportunità. Ho svolto dieci mesi di tirocinio, da marzo a dicembre 2018, presso la Kedrion SPA. Non era il primo tirocinio che svolgevo presso l’azienda farmaceutica. Nel 2016 ho frequentato un corso ITS biennale per “Tecnico superiore per il sistema di qualità di prodotti e processi a base biotecnologica”, sempre cofinanziato dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì, presso la Fondazione Vita di Siena. All’interno del corso era previsto lo svolgimento di un tirocinio curriculare di quattro mesi, proprio presso la Kedrion, finalizzato poi a sostenere l’esame.

Il tirocinio e il corso ITS che ho seguito hanno contribuito ancora di più alla mia formazione

Alla fine del tirocinio l’azienda farmaceutica mi ha proposto di continuare l’esperienza, svolgendo un tirocinio non curriculare cofinanziato dalla Regione Toscana. Se non avessi avuto il fidanzato della zona della lucchesia, che mi segnalò questo corso ITS, non sarei mai venuta a conoscenza dell’opportunità di svolgere un tirocinio non curriculare, anche perché sono originaria della provincia di Siena e, nel 2015, lavoravo a Firenze.

Come succede spesso a molti giovani, durante l’esperienza di tirocinio si apprendono delle nozioni che all’interno degli studi universitari non sempre vengono fornite. E’ stato così anche per te?

Direi di sì. Durante il mio percorso universitario ho studiato scienze farmaceutiche applicate, che è un ibrido tra farmacia, chimica e tecnologie farmaceutiche. Ho studiato chimica, biologia e biochimica, poi ho seguito questo corso ITS specifico sul sistema della qualità dei prodotti. Entrando in azienda ho avuto l’opportunità di acquisire competenze specifiche tra cui l’informatica, imparando le modalità per preparare e redarre procedure tecniche. Nei dieci mesi in cui ho svolto il tirocinio ho partecipato ad un progetto, che mi ha permesso di avere un interscambio con altri reparti dell’azienda e con altre aziende farmaceutiche esterne alla Kedrion, contribuendo ancora di più alla mia formazione lavorativa.

Intervista effettuata il 13 febbraio 2019

Scopri le opportunità di Giovanisì per Tirocini e Studio e Formazione

Scrivi una risposta