Antonella / #tirocini

Tirocinio + Tirocinio= una strada verso il lavoro

Antonella - Tirocini

Intervista di Gianluca Testa, giornalista di Intoscana.it, ad Antonella Ruggiero, 29 anni, beneficiaria di un tirocinio curriculare e di un tirocinio non curriculare, opportunità promosse dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì (cofinanziate dal POR FSE 2014-2020), intervenuta alla tappa di Firenze di “Giovanisì in tour, il progetto raccontato dai giovani toscani”.

Antonella, tu vieni da Empoli e non hai colto solo una delle opportunità promosse nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani, ma hai raddoppiato, svolgendo un tirocinio curriculare e uno non curriculare. Ci racconti la tua storia?

Dopo essermi laureata in Giurisprudenza ho svolto un praticantato per accedere alla libera professione, ma contestualmente ho deciso anche di intraprendere diversi percorsi formativi per accrescere le mie competenze. Tra questi ho frequentato anche un Master, a Firenze, dedicato alla Direzione delle Risorse umane.

La strada è stata lunga, però ne è valsa la pena

È stato all’interno del Master che ho potuto svolgere un tirocinio curriculare presso una ditta della mia città, Empoli, che è durato 6 mesi ed è stato cofinanziato dalla Regione Toscana. L’esperienza ha soddisfatto sia me che l’azienda a tal punto che mi è stato proposto un nuovo tirocinio, questa volta non curriculare della durata complessiva di 12 mesi, anche questo cofinanziato nell’ambito di Giovanisì. Quindi, grazie a Giovanisì ho fatto 18 mesi di tirocinio.

In generale, come valuti la tua (doppia) esperienza?

Positivamente. Sicuramente la strada è stata lunga, però ne è valsa la pena, perché sono stata assunta con un contratto di apprendistato professionalizzante che durerà 3 anni. Quindi, i sacrifici fatti hanno pagato perché alla fine è arrivato il tanto agognato contratto di lavoro.

Intervista realizzata il 30 maggio 2019

Scopri le opportunità di Giovanisì per Tirocini

Scrivi una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.