Giovanisì+

Giovanisì #LabScuola, Grieco: “Contro la dispersione scolastica questo progetto si sta rivelando utile”

Pubblicato da ggambacciani il 17 dicembre 2018

Si chiama Giovanisì #LabScuola ed è  la sperimentazione promossa dal progetto regionale Giovanisì, dalla Regione Toscana e dal Fondo sociale Europeo con l’obiettivo anche di indagare il fenomeno della dispersione scolastica in entrata negli istituti superiori toscani. Il progetto è arrivato a metà del suo svolgimento ed è tempo, pertanto, di un primo bilancio.
“Siamo soddisfatti di quanto emerso in questo primo mese. Nelle quattro scuole in cui siamo stati finora, i gruppi hanno già prodotto dei messaggi creativi, quattro videoclip, in cui testimoniano la loro riflessione personale di autonomia”, afferma l’assessore a Formazione, istruzione e lavoro della Regione, Cristina Grieco, che evidenzia come “precarietà, instabilità ed incertezza sono fattori che investono sempre più frequentemente il percorso di vita dei giovani ed influenzano le loro scelte umane e professionali”.

Il progetto Giovanisì #LabScuola ha come scopo quello di studiare e prevenire l’abbandono scolastico precoce, considerato tra l’altro l’anticamera del fenomeno dei neet (giovani senza lavoro e fuori dalla formazione, ndr) e dell’esclusione sociale.
“Anche se in Toscana abbiamo avuto degli ottimi risultati negli ultimi anni in termini di riduzione delle percentuali di neet e di dispersione, non ci stanchiamo di sperimentare nuove misure e di cercare nuove progettualità emetodologie per prevenire e contrastare questi fenomeni decisamente negativi”, precisa l’assessore Grieco.

La sperimentazione del progetto Giovanisì #LabScuola, rivolto alle prime e seconde classi degli istituti professionali individuate in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, prevede dei laboratori in aula organizzati e svolti da Euroteam Progetti, il soggetto gestore incaricato della formazione, durante i quali i giovani si stanno avvicinando al tema dell’autonomia ed acquisiscono informazioni sulle opportunità del Fse e del progetto Giovanisì. Scopo del progetto è far realizzare ai giovani dei prodotti di restituzione del lavoro svolto, sia in video o musica, testo od immagine.

L’intervento nelle classi, della durata di otto ore, prevede una riflessione sul tema dell’autonomia e della scelta, informazioni sul Fse, informazioni sul progetto Giovanisì e un laboratorio per la preparazione della restituzione durante gli eventi finali.

La metodologia scelta per le iniziative laboratoriali è quella della partecipazione attiva e del play-ground. I ragazzi giocano ad interpretare in prima persona quello che vorrebbero diventare, attraverso le varie opportunità proposte, con l’obiettivo di rafforzare la fiducia nel futuro che, nel percorso di studio, è alla base di questo iimpegno.

I tre eventi finali di restituzione, uno per Area vasta, sono previsti tra marzo e maggio 2019. Gli eventi, che coinvolgeranno, oltre alle classi che hanno partecipato alla sperimentazione, anche le prime e le seconde di alcune scuole del territorio, avranno come testimonial il cantante ed attore toscano Lorenzo Baglioni.

In una nota Euroteam progetti, il soggetto incaricato per la formazione, fa sapere di aver trovato dei ragazzi che “nonostante la giovanissima età percepiscono in modo chiaro l’importanza di conquistare la propria autonomia” e che “con il laboratorio li accompagniamo a cogliere la complessità del tema ed a riflettere soprattutto sulla necessità di investire sulla propria persona, in termini di atteggiamenti e capacità”. L’ottimismo e il mettersi in gioco, il coraggio e l’organizzazione, ma anche il saper stabilire relazioni efficaci, la responsabilità e la capacità di prendere decisioni, secondo Euroteam, “sono alcune dimensioni emerse dalle voci dei ragazzi”.

Nelle quattro scuole in cui i laboratori sono già stati effettuati, vale a dire a Pescia, Firenze, Massa e Grosseto, i gruppi hanno già prodotto quattro messaggi creativi, esattamente quattro videoclip, in cui testimoniano la loro riflessione personale di autonomia. Adesso, dopo le vacanze di Natale, il percorso riprenderà a Prato presso l’Ipssar Datini. In seguito saranno coinvolte scuole di Arezzo, Siena, Pisa, Livorno e Lucca.

“La nostra percezione è che i ragazzi sono sempre orgogliosi quando vengono coinvolti in attività in cui sono protagonisti”, fanno notare ad Euroteam. “Giovanisì #LabScuola è una opportunità breve e intensa che li mette al centro”.

Incontri svolti
Sis Sigismondi-Pacinotti (Pescia, Pt) –16 e 20 novembre 2018;
Isis Leopoldo II di Lorena (Grosseto) – 27 e 28 novembre 2018;
Is Barsanti (Massa) – 6 e 14 dicembre 2018;
Is Leonardo da Vinci (Firenze) – 7 e 12 dicembre 2018.

Prossimi incontri
Ipssar Datini (Prato) – 10 e 11 gennaio 2019;
Iis Margaritone (Arezzo) – 16 e 24 gennaio 2019;
Is Caselli (Siena) – 25 e 29 gennaio 2019;
Ipssar Matteotti (Pisa) – 6 e 12 febbraio 2019;
Iis Vespucci (Livorno) – 13 e 15 febbraio 2019;
Polo scientifico Tecnico-pofessionale Fermi Giorgi (Lucca) – 22 febbraio e 1° marzo 2019.

 

Pubblicato il 17 dicembre 2018