Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

Dal 25 al 27 Settembre (rimandato) si terrà a Firenze la seconda edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile, un luogo di incontro per imprese e associazioni, dove mettere insieme idee e progetti concreti, con l’obiettivo di diffondere un nuovo paradigma dello sviluppo che rimetta al centro temi come la partecipazione, condivisione, creatività.

Il Festival nato da un’idea di Federcasse, promosso da Confcooperative e organizzato da Next – Nuova economia per tutti e SEC – Scuola di Economia Civile, si pone l’obiettivo di dare voce a una società civile in movimento, ad esempio giovani che coniugano profitto e impatto sociale, imprenditori che creano valore sostenibile, comunità che coltivano cambiamento trasformando la realtà. Una idea di economia basata sulla cooperazione, sulla capacità di immaginare soluzioni nuove ai problemi, di dare e ricevere fiducia, di creare relazioni positive e generative.

All’interno dell’iniziativa si discuterà di economia, lavoro, giovani, innovazione, sviluppo sostenibile, buone pratiche; mettendo al centro le persone e l’ambiente. Sul palco del Salone dei Cinquecento saliranno oltre 50 esperti, ricercatori e giornalisti per raccontare l’economia che cambia l’economia.

Condivideranno i loro progetti e le loro attività 10 aziende che praticano ogni giorno l’economia civile, 10 giovani startupper che della sostenibilità sociale e ambientale vogliono fare il loro core business, 5 comuni che stanno coniugando reciprocità e partecipazione nelle loro politiche.

A chi è rivolto

Il festival è aperto a tutte le persone interessate

Come partecipare

Per partecipare è necessario iscriversi, consultare il sito per maggiori informazioni

Quando

Dal 25 al 27 Settembre 2020 (rimandato) a Firenze presso Palazzo Vecchio

Per informazioni

Consultare il sito dedicato all’iniziativa

 

Fonte: Festival dell’economia civile

Lascia un commento