Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

La Commissione Europea offe la possibilità di effettuare degli stage della durata di cinque mesi presso le proprie sedi di lavoro, Delegazioni e Rappresentanze nel campo amministrativo e di traduzione.

I tirocinanti selezionati potranno approfondire la conoscenza dell’UE, dei processi e delle politiche delle istituzioni europee e partecipare al lavoro quotidiano della Commissione.

1800 posti disponibili presso le sedi di Bruxelles, Lussemburgo, Grange e in altre città europee.

A chi è rivolto

Ai cittadini di uno stato membro dell’Ue o di una stato candidato che hanno completato il primo ciclo di un corso di istruzione superiore (istruzione universitaria) e hanno ottenuto una laurea di primo livello (laurea triennale) o un titolo equivalente entro il termine previsto per la presentazione della domanda.

I candidati non devono aver svolto un altro stage (retribuito o non retribuito) della durata superiore a 6 settimane un una delle Istituzioni europee.

– Per i tirocini amministrativi è richiesta un’ottima conoscenza (livello C1) di almeno 2 lingue comunitarie, una delle quali deve essere una delle lingue di lavoro della Commissione Europea (inglese, francese o tedesco)

– Per i tirocini in traduzione è richiesto di essere in grado di tradurre nella propria lingua madre o lingua principale da due lingue comunitarie ufficiali; la prima lingua di partenza deve essere l’inglese, il francese o il tedesco; la seconda lingua può essere una delle lingue comunitarie (livello minimo B2)

Ad ogni tirocinante verrà riconosciuto un rimborso mensile di circa 1.220,78€. È prevista un’eventuale copertura dei costi di visto, e qualora necessario di eventuali spese mediche e di viaggio.

Come partecipare

È possibile candidarsi on line consultando la pagina dedicata alla misura.

Quando

Il 2° flusso di stage è previsto dal 1° Ottobre al 28 Febbraio. È necessario candidarsi entro il 31 Gennaio 2020

Per informazioni

Consultare la pagina dedicata

Fonte: European Commission

Lascia un commento