Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

Torna anche nel 2019 il “Premio Innovazione Toscana”, promosso dal Consiglio Regionale della Toscana, Anci Toscana, Confindustria Toscana, Rete Imprese Italia Toscana, Unioncamere Toscana, al fine di sostenere e valorizzare la ricerca e l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese toscane, promuovendo al contempo l’iniziativa giovanile e il potenziale innovativo del territorio.

Il premio, infatti, intende far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso dell’ultimo biennio, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali, valorizzandole ed attualizzandole sia nelle produzioni sia nei progetti, e si siano distinti per aver coniugato ricerca, innovazione e risultati economici, nonché per aver contribuito allo sviluppo del territorio toscano attraverso una crescita quantitativa e qualitativa delle proprie attività e una forte attenzione alla creazione e al mantenimento dell’occupazione, con particolare riferimento all’occupazione giovanile e di giovani laureati.

Il premio prevede tre sezioni, più una sezione tematica speciale:

  • Il Premio Innovazione Toscana – Start up innovative, rivolto a progetti realizzati negli ultimi 24 mesi sul territorio della Regione Toscana da parte di start up innovative già costituite, che si caratterizzano per un significativo contenuto tecnologico-innovativo
  • Il Premio Innovazione Toscana – Ricerca, Sviluppo e Innovazione, destinato ai progetti realizzati negli ultimi 24 mesi sul territorio regionale da parte di imprese private, in forma singola o aggregata, che comprendono attività di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale finalizzate ad acquisire nuove conoscenze e capacità, oppure ad utilizzare conoscenze e capacità esistenti per sviluppare nuovi prodotti, servizi e processi finalizzati all’adozione e/o all’implementazione di innovazioni e tecnologie digitali in linea con le strategie nazionali e regionali in materia di Impresa 4.0
  • Il Premio Innovazione Toscana – Brevetti, a cui possono concorrere le imprese private, anche appena costituite, e gli spin-off accademici/universitari le cui quote di capitale siano a maggioranza privata operanti sul territorio regionale che negli ultimi 24 mesi risultino titolari o licenziatari di un brevetto, o di una domanda di brevetto già depositata
  • Il Premio Innovazione Toscana Sezione speciale – Economia Circolare, rivolto a progetti realizzati negli ultimi 24 mesi sul territorio della Regione Toscana da parte di imprese private, in forma singola o aggregata, che siano finalizzati all’innovazione di prodotto e processo in tema di diminuzione della produzione di rifiuti/sprechi, uso efficiente dei materiali di scarto, riuso dei materiali di utilizzo, impiego di sottoprodotti in cicli produttivi, sperimentazione e applicazione di strumenti per l’incremento della durata di vita dei prodotti ed il miglioramento della loro riciclabilità (Eco-design) e per lo sviluppo di nuovi business “circolari”.

Per le imprese, è possibile presentare domanda per una sola delle suddette sezioni.

I premi
L’iniziativa prevede l’assegnazione di 9 premi, così suddivi:

  • 15.000 euro ai 4 vincitori di ciascuna categoria
  • 5.000 euro ai 4 secondi classificati di ciascuna categoria
  • 5.000 euro al migliore progetto (non risultante vincitore) partecipante al premio presentato da un’impresa giovanile

A chi è rivolto
Il “Premio Innovazione Toscana” si rivolge alle imprese private, in forma singola o aggregata (ATI, RTI, Rete Contratto) costituite, attive ed aventi sede legale e/o operativa in Toscana.

Come partecipare
La partecipazione al bando è gratuita. Per candidarsi è necessario compilare i moduli scaricabili (in vari formati) alla pagina dedicata, che consistono nella seguente documentazione:

  • Domanda di partecipazione (comprensiva del consenso al trattamento dati)
  • Scheda progettuale informativa
  • Scheda descrittiva dell’impresa
  • Dichiarazione “de minimis”
  • Dichiarazione sostitutiva di affidabilità giuridico-economico-finanziaria, ai sensi del DPR 445/2000
  • Dichiarazione di originalità della proposta progettuale

In caso di presentazione della domanda in forma aggregata, dovranno essere inoltre allegati obbligatoriamente i seguenti documenti:

  • Dichiarazione di avvenuta costituzione dell’aggregazione
  • Atto di costituzione dell’aggregazione

I candidati potranno inoltre allagare alla domanda ulteriori documenti (fino a un massimo di 3) da loro ritenuti utili ai fini della selezione dei progetti (ad esempio, presentazioni in formato digitale, foto, video, ecc.).

La documentazione obbligatoria e l’eventuale documentazione aggiuntiva dovranno essere sottoscritte dal legale rappresentante dell’impresa che si è candidata e inviate alla Segreteria Organizzativa del premio, con sede presso Anci Toscana, Viale Giovine Italia, 17, Firenze. L’invio dovrà avvenire tramite il seguente indirizzo pec (nell’oggetto va inserita la dicitura “Premio Innovazione Toscana – edizione 2019): pec.premioinnovazione@ancitoscana.com 

Quando
Le candidature potranno essere inviate entro il 16 ottobre 2019.

Per informazioni

Fonte: Premio Innovazione Toscana

Lascia un commento