Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

 Il Programma AMVA è promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed attuato dalla sua agenzia tecnica Italia Lavoro. Vengono promossi dispositivi per incentivare il contratto di apprendistato, la sperimentazione di percorsi di tirocinio in “botteghe dei mestieri” e contributi per la creazione di nuova impresa.

LINEA 1: Intervento per la promozione del contratto di APPRENDISTATO 

E’ già operativo dal 30 novembre 2011 il primo avviso pubblico del Programma, che prevede per imprese di qualunque settore e dimensione contributi per l’assunzione di apprendisti. Fino a concorrenza delle risorse disponibili e, comunque, non oltre la data di chiusura dell’Avviso fissata al 31/12/2012, verrà riconosciuto alle imprese che assumeranno a tempo pieno giovani con contratto di apprendistato :

• 5.500 euro di contributo per ogni giovane da 15 a 25 anni, assunto con contratto full time di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale

• 4.700 euro di contributo per ogni giovane da 18 a 29 anni (da 17 se in possesso di qualifica), assunto con contratto full time di apprendistato professionalizzante o di mestiere.

Il lavoratore assunto è necessario che sia in possesso dei seguenti requisiti:

• disoccupato/inoccupato

• svantaggiato secondo una delle definizioni presenti nel Reg. (CE) n.800/2008

• non occupato con rapporto di lavoro dipendente o assimilato negli ultimi 12 mesi presso l’azienda beneficiaria del contributo (salvo cessazione del rapporto per scadenza naturale del contratto o per fine fase lavorativa).

Le risorse previste per il presente avviso sono pari sono pari a € 78.150.700.

La domanda di contributo potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo raggiungibile al seguente indirizzo: http://amva.italialavoro.it/.

Versione integrale dell’avviso e relativa modulistica su www.italialavoro.it/amva.

LINEA 2: Sperimentazione delle “BOTTEGHE DEI MESTIERI”

E’ stato pubblicato il 3 aprile 2012 il secondo avviso del Programma con scadenza 1° giugno 2012.

L’iniziativa ha per oggetto la creazione di laboratori sperimentali detti “Botteghe dei Mestieri” (saranno 110 in altrettante province italiane) rappresentati da imprese o raggruppamenti di imprese (anche non ancora costituiti) individuati mediante l’avviso pubblico.

Sono previsti 3 cicli di sei mesi di tirocinio (per una durata complessiva di 18 mesi) per ciascuna Bottega di Mestiere, per 30 giovani (10 per ogni semestre) disoccupati o inoccupati con età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti, che potranno acquisire competenze professionali in attività legate alle produzioni tradizionali caratteristiche del territorio. I settori in Toscana sono i seguenti: edilizia specializzata, arte bianca e dolci, lattiero-caseario, carne e pesce, moda e tessuto, legno e carta, lavorazioni artistiche e tradizionali, metalli, nautica, cucina.

Gli aspiranti tirocinanti potranno presentare domanda di iscrizione unicamente attraverso la piattaforma informatica dedicata, nelle finestre temporali indicate sull’avviso.

Per questo tipo di azione sono previsti i seguenti incentivi:

–  2.500 euro mensili (250 euro per ogni tirocinante ospitato) per ogni bottega di mestiere come contributo per il tutoraggio

– 500 euro mensili per i tirocinanti erogati dal soggetto promotore (Italia Lavoro).

Versione integrale dell’avviso e relativa modulistica su www.italialavoro.it/amva.

LINEA 3: contributi per l’autoimprenditoria

L’avviso non è ancora stato pubblicato, la linea sarà operativa nei prossimi mesi. Prevede lo sviluppo e la gestione di un sistema sperimentale di contributi finalizzati alla creazione di nuova imprenditoria da parte di giovani con età fino a 35 anni:

– 10.000 euro per 500 giovani interessati a promuovere nuove imprese nei comparti produttivi propri della tradizione italiana.

Info:

Referente del Programma AMVA per la Toscana:   Dr.ssa Ivana Iadanza

Italia Lavoro S.p.A.

tel: 055-580596 339-8927815

email: iiadanza@italialavoro.it

Sul progetto collabora una squadra di dieci operatori disponibili per assistenza tecnica specifica e mirata anche in loco. E’ possibile contattare la referente per richiedere a titolo assolutamente gratuito tale supporto.