Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

30 aprile 2010 NOTTE BIANCA

8 gruppi aderenti a SCENA MUTA hanno aderito a suonare gratuitamente per dare visibilità  e supporto alla scena fiorentina:

Piazza Tasso difronte “Circolo Aurora” a partire dalle 22:00 suoneranno i TRAIN DE VIE e a seguire PIPPO E I SUOI PINGUINI POLARI

Piazza della Passera difronte ai “4 Leoni” a partire dalle 20:30 suoneranno i MAGIC QUARTET, a seguire i THE RENT e in chiusura i TOO MUCH BLOND

Piazza Strozzi difronte “Colle Bereto” a partire dalle 21:00 suoneranno le HER, a seguire i TO BE RHUDES ed in chiusura i PASSO GIGANTE

Partecipare, alimentare e promuovere la nascita di una consuetudine al ritrovarsi, discutere (o semplicemente “conoscersi”), pianificare una serie di eventi musicali collettivi col fine di far nascere una vera e forte comunità musicale CON, per la prima volta, uno sguardo diretto da parte di chi (AZZONZO) ha avuto una sorta di “mandato” dalle istituzioni per analizzare, aiutare e cercare di far emergere eventuali necessità… E’ l’OCCASIONE che ci viene data per renderci protagonisti di un percorso di crescita di una realtà musicale fiorentina in corso (si noti UN PALCO PER FIRENZE o altre realtà che lavorano con altri mezzi allo stesso importante obiettivo)… forse OCCASIONE da NON PREDERE. Da qui la nascita di SCENA MUTA come nome collettivo identificativo.

Vedi gruppo facebook oppure info@azzonzo.it

AZZONZO è un’associazione nata con il sostegno dell’Assessorato alla Politiche Giovanili della Regione Toscana.
Creare le condizioni perché i giovani musicisti s’incontrino e diano vita ad una sorta di “scena musicale fiorentina”; rendere consuetudine l’incontrarsi e il discutere dei problemi reali di chi suona a Firenze; “offrire visibilità” e “promuovere” eventi che raccontino alla città ed alla sua amministrazione chi sono e cosa vogliono i musicisti; “moltiplicare le occasioni” per suonare insieme; mettere a fuoco le necessità reali di chi suona a Firenze. Questi gli obbiettivi di AZZONZO, che non produce, non suona, non scopre talenti, ma vuole creare le occasioni per incontrarsi.