Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani

La Regione Toscana promuove un bando rivolto ai Comuni toscani finalizzato a sostenere l’offerta di servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) nel territorio regionale, per l’a.e. 2022/2023 (ottobre 2022 – luglio 2023)

Il bando, che intende favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro anche delle giovani madri, si inserisce nell’ambito di Giovanisì e finanzia progetti per l’accoglienza dei bambini all’interno dei servizi educativi per la prima infanzia pubblici (compresi quelli comunali a gestione diretta e indiretta) e privati accreditati, presenti nel territorio regionale.

Chi può partecipare

Possono presentare domanda tutti i Comuni toscani, sia singolarmente che mediante esercizio associato svolto con Unioni di Comuni (vedi l’art. 20 LR n.68/2011).

Il bando finanzia progetti per favorire l’accoglienza dei bambini (3-36 mesi, residenti in un Comune della Toscana) all’interno dei servizi educativi per la prima infanzia.

Come fare la domanda

Per presentare domanda, i Comuni interessati devono compilare il progetto preliminare (Allegato B), sottoscrivendolo digitalmente e allegare la documentazione prevista all’art. 7 del bando.

La documentazione richiesta deve essere trasmessa via PEC all’indirizzo regionetoscana@postacert.toscana.it, indicando come dicitura: SETTORE EDUCAZIONE E ISTRUZIONE – AVVISO SOSTEGNO PRIMA INFANZIA a.e. 2022/2023.

NB. Il progetto definitivo dovrà essere inviato sempre via PEC, entro il 12/11/2022, seguendo quanto indicato all’art.8 del bando.

Da chi è finanziato

Il bando è finanziato con risorse del POR FSE e del FSC (Fondo per lo sviluppo e la coesione).

Documentazione

BandoAllegati (Decreto n.16213 del 11-08-2022)

Graduatoria

  • Graduatoria entro ottobre 2022

Info

Settore Educazione e Istruzione di Regione Toscana
progetto.conciliazione@regione.toscana.it

Vai alla pagina dedicata sul sito di Regione Toscana

Ufficio Giovanisì – Regione Toscana
Numero verde 800 098 719
info@giovanisi.it