Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani

La Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, promuove un bando rivolto alle associazioni, alle organizzazioni e agli enti senza scopo di lucro (con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale) per la partecipazione dei giovani ai campi antimafia, nell’ottica di favorire il protagonismo dei giovani nelle attività di volontariato sul tema della legalità e dell’impegno sociale. I destinatari principali delle attività devono essere i giovani under 41 (41 anni non compiuti).

Chi può partecipare

Possono presentare domanda le associazioni, le organizzazioni e gli enti di carattere privato diversi dalle società, costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di
finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, le cui attività rientrino tra quelle di interesse generale previste dall’articolo 5 del decreto legislativo n. 117/2017.

I soggetti richiedenti devono essere costituiti da almeno sei mesi dalla data di presentazione della domanda e e avere sede legale o operativa in Toscana.

I progetti per essere ammissibili devono essere realizzati dal 8/6/22 al 30/11/22. Il contributo massimo previsto per ciascun progetto è di € 8.000,00.

Sono ammissibili a contributo i progetti che promuovano la partecipazione dei giovani toscani ai campi antimafia organizzati in Italia e la partecipazione dei giovani provenienti delle altre regioni alle analoghe iniziative che si tengono in Toscana. I progetti devono avere una o più di queste caratteristiche:

  • conoscenza del fenomeno mafioso
  • valorizzazione del volontariato sociale sul tema della legalità
  • partecipazione a iniziative di antimafia
  • scambio di esperienze con le realtà impegnate in contesti di presenza mafiosa;
  • il sostegno ai soggetti impegnati nella gestione dei beni confiscati;
  • le esperienze di uso sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata;
  • attività di studio e approfondimento sui temi della l.r. 11/1999

Come fare la domanda

La domanda e la documentazione allegata possono essere inviate in alternativa:

  • tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo PEC istituzionale di
    “Regione Toscana”: regionetoscana@postacert.toscana.it
  • mediante l’interfaccia web Ap@ci (solo per i soggetti registrati al 28 febbraio 2021) selezionando come Ente Pubblico destinatario “Regione Toscana Giunta”

La domanda e la documentazione dovranno essere inviate in formato pdf. Nel campo oggetto della domanda dovrà essere riportata la dicitura “Settore Affari istituzionali e delle autonomie
locali e cultura della legalità – Bando Ragazzi attivi contro la mafia 2022”.

Da chi è finanziato

Il bando è finanziato con risorse regionali.

Documentazione

BandoAllegati (Decreto n. 15132 del 25-7-2022)

Info

Settore Affari istituzionali e delle autonomie locali e cultura della legalità
cld@regione.toscana.it 
Tel. 055 4382818

Vai alla pagina dedicata sul sito di Regione Toscana, dove puoi scaricare la modulistica approvata.

Ufficio Giovanisì – Regione Toscana
Numero verde 800 098 719
info@giovanisi.it