Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani

La Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, promuove un bando rivolto a soggetti pubblici e/o soggetti privati senza finalità di lucro, per il finanziamento di borse di formazione professionale Mario Olla, per la realizzazione di interventi formativi in favore di giovani toscani nel mondo. Il progetto presentato dovrà prevedere un minimo di 20 borse riservate a giovani di origine toscana residenti all’estero, le cui attività dovranno essere suddivise su due annualità: 10 borsisti parteciperanno nel 2021, gli altri 10 nel 2022.

I progetti prevederanno la realizzazione di uno stage presso aziende toscane della durata di 90 giorni e di percorsi di formazione per l’approfondimento ed acquisizione di competenze nell’ambito della produzione, della ricerca e della comunicazione in settori come, ad esempio, l’artigianato artistico, la moda, la ristorazione. La finalità è anche quella di incentivare la promozione socio-economica, la diffusione e il recupero delle eccellenze toscane all’estero, attraverso la creazione di contatti tra la realtà produttiva toscana e quella dei paesi di residenza dei giovani.

 

Chi può partecipare

I progetti di formazione professionale possono essere presentati da soggetti pubblici e/o privati senza finalità di lucro, in possesso dei requisiti previsti all’art.1 del bando.

E’ possibile presentare un’unica proposta in qualità di capofila e una proposta in qualità di partner.

Il bando prevede la possibilità di un ricevere cofinanziamento relativo all’organizzazione e gestione dell’iniziativa formativa, incluso il:

  • percorso didattico (docenza, materiali, visite culturali, assicurazione)
  • soggiorno dei borsisti in Toscana (alloggio, pasti, trasferimenti didattici)
  • organizzazione dei tirocini aziendali della durata di 90 giorni
  • rimborso diretto ai giovani del 50% delle spese di viaggio di andata e di ritorno documentate (esclusivamente tariffe low cost)
  • attivazione di strumenti per il potenziamento della lingua italiana

Il progetto dovrà rivolgersi ad un minimo di 20 giovani (10 borsisti nel 2021 e 10 borsisti nel 2022) di origine toscana (per nascita, discendenza o per aver maturato un lungo periodo di residenza in Toscana all’atto dell’espatrio) e residenti stabilmente all’estero, interessati a svolgere un periodo di formazione/stage presso aziende operanti in Toscana.

Come fare la domanda

I progetti dovranno essere redatti sul Formulario (Allegato C), seguendo le indicazioni del modello di budget (Allegato D), e inviati esclusivamente in via telematica secondo quanto previsto dal bando, nel paragrafo  “Modalità di presentazione dei progetti”.

Se il soggetto che presenta il progetto è una Pubblica Amministrazione, la presentazione del progetto dovrà avvenire secondo una delle seguenti modalità:

  • trasmissione tramite interPRO, per le amministrazioni attive su questo sistema;
  • trasmissione tramite propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo regionetoscana@postacert.toscana.it

Se il soggetto che presenta il progetto è un soggetto privato, la presentazione del progetto dovrà avvenire secondo una delle seguenti modalità:

NB. Solo in caso di motivata impossibilità di inviare la documentazione in modalità online, è possibile inviarla tramite raccomandata all’indirizzo:

REGIONE TOSCANA – DG PRESIDENZA – SETTORE ATTIVITA’ INTERNAZIONALI
Via Pico della Mirandola 22-24 50132  FIRENZE

Da chi è finanziato

Il bando è finanziato con risorse regionali.

 

Documentazione

BandoAllegati (Decreto n.8930 del 09-06-2020)

Info

Settore Attività Internazionali di Regione Toscana

Ufficio Giovanisì – Regione Toscana
Numero verde 800 098 719
info@giovanisi.it