News

‘Siete presente, con i giovani per ripartire’, più di mezzo milione di euro per il volontariato giovanile

Data e ora: Pubblicato il: 9 Febbraio 2023 14:55

Dettagli articolo

Regione Toscana – Giovanisì, Cesvot e le 11 Fondazioni bancarie della regione insieme per presentare la seconda edizione del bando “Siete presente. Con i giovani per ripartire”

Promuovere e qualificare il ruolo dei giovani nell’associazionismo toscano significa dare spazio a una generazione nuova perché sia capace di innovare la proposta del terzo settore, la sua capacità di radicamento nelle comunità territoriali, nonché di facilitare il ricambio generazionale all’interno delle organizzazioni.

Questi sono gli obiettivi del bando Siete presente. Con i giovani per ripartire realizzato da Cesvot e finanziato da Regione Toscana-Giovanisì in accordo con il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale con il contributo di Fondazione CR Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Fondazione Pisa, Fondazione Livorno, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Fondazione Cassa di Risparmio di Prato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e Fondazione Banca del Monte di Lucca.

“Il bando “Siete presente” è stata un’idea giusta – ha commentato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani – Il successo che ha riscontrato ha saputo intercettare esigenze molto sentite sia nelle fasce più giovani della società toscana sia nel mondo del volontariato. La volontà di Regione Toscana con Giovanisì, di Cesvot, del terzo settore e delle fondazioni bancarie, che hanno assicurato una dotazione addirittura superiore a quella che fu individuata per la prima edizione, è motivo di grande soddisfazione e segnale della vicinanza alle giovani generazioni, che meritano di essere protagoniste nella Toscana non solo del futuro, ma anche in quella dell’oggi”.

“Giovanisì è sempre più riferimento per i giovani toscani che – ha dichiarato il portavoce del presidente Bernard Dika – possono contare oltre alle opportunità di studio e lavoro su un bando che li rende protagonisti delle loro comunità sostenendo la realizzazione, nelle associazioni, delle loro idee. In questo bando abbiamo attuato parte della proposta di legge presentata dai Consiglieri regionali Fantozzi, Torselli, Capecchi, Petrucci e Veneri volta a rendere i giovani non solo “bravi ragazzi” ma anche “buoni cittadini”, desidero ringraziarli per il loro importante contributo propositivo”.

“La seconda edizione del bando ha l’obiettivo di sostenere gli enti del terzo settore in progetti che valorizzino il protagonismo giovanile prevedendo percorsi di crescita e qualificazione di giovani già inseriti nelle organizzazioni o al loro primo incontro con il mondo associativo. Crediamo sia necessario attivare processi generativi di interscambio generazionale che supportino l’entusiasmo e la freschezza dell’innovazione giovanile nei percorsi di progettazione di cittadinanza attiva. Di grande rilevanza anche quest’anno l’importanza del lavoro di partnership con Regione Toscana e le 11 Fondazioni bancarie della regione che non solo hanno deciso anche quest’anno di rinnovare il loro fondamentale contributo ma lo hanno addirittura potenziato permettendo così di aumentare ulteriormente il numero dei progetti sostenibili” dichiara Luigi Paccosi, presidente di Cesvot.

“È con convinzione che le Fondazioni toscane di origine bancaria sostengono, anche per questa edizione, il bando che favorisce l’associazionismo giovanile, un potenziale prezioso e da tutelare, a cui fornire strumenti necessari per l’incremento di un sempre maggiore sviluppo e consolidamento del mondo del volontariato. Strategicamente complementare, quindi – afferma Carlo Rossi, coordinatore della Consulta delle Fondazioni Bancarie Toscane – il coinvolgimento del sistema delle fondazioni toscane con il centro per il volontariato regionale, a beneficio degli enti del terzo settore, in un’ottica di apertura a ulteriori prospettive future e collaborazioni vantaggiose.”

Il bando è rivolto a tutti gli enti iscritti al Runts (Registro unico nazionale del terzo settore) limitatamente alle sezioni a) “organizzazioni di volontariato” e b) “associazioni di promozione sociale” con sede legale in Toscana, nonché le onlus iscritte all’Anagrafe Unica della Toscana di cui al d.lgs. n. 460/1997 con esclusione delle imprese sociali (incluse le cooperative sociali) e degli enti soci di Cesvot.

Al bando sono destinati 515mila euro di cui 240mila da Regione Toscana – Giovanisì, e 275mila dalle 11 Fondazioni bancarie della regione. Attraverso il bando verranno finanziati 91 progetti di cui 87 progetti di fascia  A con un contributo massimo di 5000 € e 4 di fascia B con contributo massimo di 20.000 €. Le specifiche dei budget e del numero dei progetti che saranno finanziati su ciascun territorio sono riportate nel bando.

Il bando è stato avviato martedì 31 gennaio e gli enti potranno presentare le loro proposte fino alle ore 13 di martedì 7 marzo compilando il formulario online disponibile sul sito www.cesvot.it 

Fonte: comunicato stampa di Antonio Cannata, Toscana Notizie

Condividi sui social:

Area tematica: Partecipo Categoria post: Partecipo Categoria: #cesvot Categoria: #terzo settore Categoria: #volontariato