Mobilità

Ad agosto diciottenni in treno gratis. E arriva il biglietto familiare plurigiornaliero

Pubblicato da dbernacchioni il 12 Giugno 2019

Neo-diciottenni in treno gratis per tutto il mese di agosto. L’invito a ‘scoprire’ il treno per i nati nel 2001, che hanno raggiunto o raggiungeranno la maggiore età nel 2019, arriva dalla Regione Toscana, che ha inserito questa possibilità in una modifica agli accordi stretti con Trenitalia per quanto riguarda il sistema tariffario.

“L’idea è quella di incentivare l’uso del treno da parte dei giovani, di invogliarli a scoprire il nostro territorio ed anche i servizi ferroviari. Nel mese di agosto i ragazzi nati nel 2001 potranno viaggiare liberamente sui treni regionali, visitare città d’arte, raggiungere la costa, usare il treno per i propri spostamenti quotidiani. Sono certo che sarà un’iniziativa apprezzata e che per molti di loro sarà anche un modo per prendere davvero familiarità con il servizio ferroviario regionale”.

Per usufruire di questa offerta, destinata ad essere ripetuta negli anni a venire, i giovani interessati dovranno richiedere la Carta Unica Toscana.  La card può essere richiesta nelle biglietterie Trenitalia della Toscana o tramite mail all’indirizzo unicatoscana2001@trenitalia.it, oppure scaricando l’apposito modulo sul sito dell’azienda. Qui tutte le informazioni per richiedere la carta.

Le novità tariffarie, però, non riguarderanno soltanto i neo diciottenni, ma anche le famiglie. Infatti dal mese di ottobre 2019 verrà varato un biglietto plurigiornaliero, valido sia per un singolo viaggiatore, che per famiglie o piccoli gruppi a partire dalle ore 9 (esclusa quindi la fascia della prima mattina).

Il biglietto plurigiornaliero introduce in Toscana una tariffazione speciale in uso in numerose realtà europee.
Per un titolo di viaggio valido su tutti i treni regionali toscani, senza limitazioni orarie (ad eccezione della fascia oraria precedente alle ore 9) o di tratta, si pagherà:

  • per 3 giorni: 40 euro il viaggiatore singolo, 100 euro una famiglia o un gruppo composto da 3 a 5 persone
  • per 5 giorni: 55 euro il viaggiatore singolo, 140 euro una famiglia o un gruppo composto da 3 a 5 persone
  • per 7 giorni: 75 euro il viaggiatore singolo, 170 euro una famiglia o un gruppo composto da 3 a 5 persone

“Pensiamo – ha aggiunto Ceccarelli – che questo nuovo biglietto sarà apprezzato soprattutto dai turisti o da chi si sposta nel fine settimana, e che potrà rendere il treno più competitivo rispetto all’uso di un auto privata o di un veicolo a noleggio. Le ferrovie regionali toscane, oltre a collegare città d’arte e borghi che tutto il mondo ci invidia, attraversano anche territori meno conosciuti ma di grande valore paesaggistico e culturale, che tramite il treno potranno essere conosciuti e apprezzati nella loro essenza. Penso alle piccole ferrovie come la Porrettana che sale lungo la montagna pistoiese, la ferrovia Cecina-Saline, che arriva a Volterra, la Sinalunga -Stia. Le possibilità aperte da questa tariffa sono molte, ci auguriamo che vengano sfruttate”.

 

 

Comunicato stampa di Pamela Pucci, Toscana Notizie

Pubblicato il 12 Giugno 2019
Tags: mobilità, treno