Studio e formazione

‘Studiare e formarsi in Toscana, scegli la strada giusta per te’

Pubblicato da dbernacchioni il 10 Dicembre 2018

A partire da oggi, lunedì 10 dicembre, la Regione Toscana avvia la campagna informativa “Studiare e formarsi in Toscana, scegli la strada giusta per te” dedicata all’orientamento scolastico e post diploma in vista dell’apertura delle iscrizioni (7-31 gennaio 2019) alle scuole secondarie di primo e secondo grado e ai percorsi Iefp per l’anno scolastico 2019-20 prevista (clicca qui per saperne di più).

La campagna “Studiare e formarsi in Toscana, scegli la strada giusta per te“, alla sua quarta edizione, consiste nel fornire adeguate informazioni e stimoli attraverso differenti modalità comunicative: la pagina web regionale dedicata all’orientamento scolastico e post diploma (clicca qui per accedere alle informazioni generali), la brochure dedicata all’edizione 2019-20 presente sulla pagina web dedicata (scaricala attraverso questo link); il video promozionale “Studiare e formarsi in Toscana” presente anch’esso sulla pagina web regionale e su Youtube (clicca su questo link per accederci).

“In prossimità delle iscrizioni per il nuovo anno scolastico è doveroso dare agli studenti le corrette informazioni affinché possano effettuare scelte consapevoli e in coerenza con quelle che sono le loro competenze e le attitudini personali. La scelta del percorso scolastico rappresenta una tappa fondamentale nella vita di un ragazzo o una ragazza perché quel percorso può influenzare il futuro non solo scolastico ma anche lavorativo. La Regione, con questa pubblicazione, vuole dare un aiuto concreto e costruttivo all’orientamento, ferma restando l’importanza di visitare scuole e chiedere consigli, parlare con amici, fratelli o sorelle, cugini e genitori, confrontarsi con i professori per avere indicazioni e risposte a dubbi o domande”, spiega l’assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione, Cristina Grieco. Che precisa: “Rispetto alle precedenti edizioni ci sono diverse novità. Oltre al dovuto aggiornamento dell’offerta formativa, si danno informazioni in merito agli interventi per il diritto allo studio rivolte agli studenti meno abbienti e per il supporto alla frequenza di studenti con disabilità”.

I contenuti sono frutto di una collaborazione intersettoriale. Essi nascono dall’apporto fornito da diversi settori regionali con competenze distinte e differenti, dall’istruzione alla Formazione professionale, dalle Politiche giovanili all’Università, che hanno collaborato per la realizzazione di questo “prodotto” teso a veicolare contenuti conformi con un linguaggio accessibile a tutti. Alcuni dei corsi di studio e formazione tecnica proposti sono coordinati e promossi dalla Regione nell’ambito di Giovanisì, il  progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.
A livello di collaborazione interistituzionale, infine, stretta è stata quella con l’Ufficio scolastico regionale della Toscana.

 

Comunicato stampa di Marco Ceccarini, Toscana Notizie

Pubblicato il 10 Dicembre 2018