Un mondo sempre più green: la Terra Futura è in Toscana

Pubblicato da a.freschi il 17 maggio 2011

600 aree espositive, 280 appuntamenti culturali, 1000 relatori: appuntamento a Firenze dal 20 al 22 maggio.

Sostenibilità sociale, economica ed ambientale dei territori, finanza etica, agricoltura, energie: questi sono solo alcuni dei temi che verranno trattati a Firenze nel corso dell’ottava edizione di Terra Futura che prenderà il via il prossimo 20 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze. La tre giorni internazionale è promossa e organizzata da Fondazione culturale Responsabilità Etica Onlus per il sistema Banca Etica, Regione Toscana e Adescoop-Agenzia dell’economia sociale, in partnership con Acli, Arci, Caritas Italiana, Cisl, Fiera delle Utopie Concrete e Legambiente.

La rassegna espositiva è articolata in 13 diverse sezioni tematiche, numerosi i settori rappresentati: tutela dell’ambiente, energie alternative, finanza etica, commercio equo, agricoltura biologica, edilizia e mobilità sostenibili, turismo responsabile, e ancora consumo critico, welfare, impegno per la pace, solidarietà sociale cittadinanza attiva e partecipazione. Un mondo che sa produrre nuova economia e generare occupazione. L’evento propone anche un programma culturale fitto, fra seminari, dibattiti e convegni con esperti e testimoni dei diversi ambiti; e ancora numerosi workshop e laboratori, per far sperimentare ai visitatori come sia possibile declinare la sostenibilità a partire dal quotidiano di ciascuno. Circa 600 le aree espositive e oltre 5000 enti rappresentati; 280 gli appuntamenti culturali che vedranno l’intervento di quasi 1000 relatori. Tra i progetti speciali di Terra Futura: la Borsa delle Imprese Responsabili, incontri one to one per favorire nuove opportunità di green&social business per tutti gli attori di sistema (pubblico, privato eticamente orientato e non profit), il Premio Architettura e Sostenibilità e Terra Futura per la Scuola.

“Una manifestazione in crescita in termini di visibilità e di consapevolezza – ha detto Stella Targetti, vicepresidente della Regione Toscana interven endo alla presentazione fiorentina – che vede la Toscana coinvolta nell’alimentare la riflessione su temi importanti come l’edilizia sostenibile, il riciclaggio delle plastiche miste, l’alimentazione scolastica, l’economia solidale. Ma il filone dominante e trasversale è quest’anno la cura dei beni comuni, un tema quanto mai attuale per salvaguardare non solo le risorse naturale e ambientali, ma anche risorse sociali, come la salute, la sicurezza, la democrazia, tutti aspetti che ci consentono una vita di qualità. Il vero protagonista delle tre giornate fiorentine è il cittadino, perché è il cittadino il garante dei beni comuni”.

Alcuni appuntamenti a cura della Regione Toscana vedranno la presenza degli assessori regionali Anna Rita Bramerini (ambiente), Salvatore Allocca (sociale e tutela dei consumatori), Anna Marson (governo del territorio) e Gianni Salvadori (agricoltura). Il calendario completo delle iniziative della Regione Toscana è consultabile su www.regione.toscana.it/terrafutura2011.

Vai alla pagina speciale su intoscana.it

Guarda tutti i video dell’edizione 2010

Per informazioni: http://www.terrafutura.info/

Fonte: www.intoscana.it

Pubblicato il 17 maggio 2011