Un’occasione da non farsi scappare

Tirocinio curriculare: fare esperienza nel mondo del lavoro durante il percorso di studi

 

Molti sono i ragazzi e le ragazze che, durante il periodo di studi universitari, decidono di arricchire il proprio percorso con un’esperienza di tirocinio retribuito, opportunità promossa dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì.

 

Il tirocinio curriculare può essere un’occasione per mettersi in gioco, rafforzare le proprie competenze e abilità, capire come funziona il mondo del lavoro e mettere in pratica ciò che si studia. E, perché no, avviare la propria carriera lavorativa.

Ad esempio può rappresentare un’occasione per capire se il percorso lavorativo che si è immaginato e per cui si sta studiando, è effettivamente quello giusto. Come nel caso di Gabriele a cui il tirocinio in azienda è servito per capire se quella dell’informatica poteva essere, non soltanto una passione, ma quello che voleva fare nella vita.

Prima del tirocinio avevo le idee molto confuse, poi ho capito che quella poteva essere la mia strada

Annalisa, beneficiaria che ha svolto il tirocinio mentre conseguiva la laurea in linguistica all’Università di Siena, ha capito che il lavoro giusto per lei è quello in cui può mettersi in gioco parlando le lingue e stando a contatto con un ambiente stimolante. Il tirocinio è un’esperienza che consiglia perché:

Permette di confrontarsi col mondo del lavoro e acquisire capacità e competenze

Anche per Giusy, che studia Ingegneria gestionale all’Università di Pisa, il tirocinio è stato un modo per mettersi alla prova e sperimentare nel concreto quello che stava studiando, oltre che uno spunto da cui è partita il progetto per la sua tesi di laurea.

Per Saverio, Eleonora e Antonio invece il tirocinio curriculare è stato un primo passo per entrare nel mondo del lavoro.

Saverio che ha studiato produzione e gestione dell’industria della carta e del cartone, ha avuto la possibilità seguire all’interno di un’azienda il progetto di istallazione di un nuovo macchinario per la produzione di piatti di cellulosa. Dopo il tirocinio è stato assunto da un’azienda sempre nel settore cartario.

Questa esperienza mi ha permesso di avere più fiducia in me stesso, nelle qualità e nelle risorse che un giovane può sviluppare

Eleonora, tramite il tirocinio, ha toccato con mano quello che stava studiando all’interno del master in risorse umane. Il tirocinio è stato un momento estremamente formativo per lei, tanto che, finita questa esperienza, l’azienda le ha proposto di entrare nel team che si occupa di risorse umane.

Antonio è invece entrato nel mondo dell’innovazione per i processi di produzione industriale grazie ad un tirocinio in una start up innovativa. Alla fine del percorso di tirocinio gli è stato proposto dall’azienda un contratto a tempo indeterminato.

Ora lavoro lì a tempo pieno e questo grazie al periodo di tirocinio svolto, che è stato molto utile per l’inizio della mia carriera professionale

 

Il bando è finanziato con il POR FSE 2014/2020. Scopri tutte le opportunità di Giovanisì per Tirocini