Servizio civile

Servizio Civile regionale: attivi due bandi Giovanisì per 994 giovani

Pubblicato da giovanisi il 1 febbraio 2018

Al via due nuovi bandi della Regione Toscana per il servizio civile regionale per 994 giovani. Pubblicati sul Bollettino ufficiale della Regione, i due bandi sono finanziati con risorse del Fondo Sociale Europeo (Por Fse 2014-2020) e rientrano nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. Rimarranno aperti fino alle ore 14 del 2 marzo.

Il primo bando è rivolto a 974 giovani che potranno svolgere la loro esperienza formativa presso enti, associazioni del terzo settore, amministrazioni pubbliche e cooperative.

Il secondo bando è invece rivolto a 20 giovani che avranno la possibilità di svolgere il periodo di servizio civile nelle Procure di Massa (8 posti disponibili) e Lucca (12 posti), fornendo supporto agli uffici che si occupano dei reati relativi alla vigilanza e alla sicurezza sui luoghi di lavoro nelle cave estrattive e nelle aziende di lavorazione del marmo e affiancando le segreterie penali che si occupano dei reati connessi con la violazione della normativa sulla sicurezza del lavoro.

I giovani selezionati svolgeranno il periodo di servizio civile di 8 mesi ricevendo un contributo mensile di 433,80 euro. Possono presentare la propria candidatura i giovani che alla data di presentazione delle domanda abbiano un’età compresa tra i 18 e i 29 anni, siano regolarmente residenti in Toscana o vi siano domiciliati per motivi di studio propri o per motivi di studio o di lavoro di almeno uno dei genitori, e risultino non occupati, disoccupati o studenti.

La Regione Toscana, sottolinea l’assessore al sociale e al diritto alla salute, punta molto su questa importante esperienza formativa che viene offerta a tanti ragazzi e ragazze che, grazie ad essa, vengono in contatto con realtà interessanti e stimolanti: nel periodo 2011-2017 sono stati 10.962 i giovani avviati al servizio civile regionale.

La domanda può essere presentata esclusivamente on line, accedendo al formulario e seguendo le apposite istruzioni.

Per maggiori info, vai alle pagine dedicate ai bandi su Giovanisì:

Pubblicato il 1 febbraio 2018