Cittadinanza attiva, Giovanisì+

‘Giovani attivi': bando per progetti di aggregazione giovanile

Pubblicato da giovanisi il 30 settembre 2015
Scaduto il 23 ottobre 2015. Vai alla graduatoria (allegato A).
Le attività sul territorio partiranno da marzo 2016.

 

Cosa prevedeva il bando

icone-02-02L’iniziativa si inserisce in Giovanisì+, area del progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani dedicata a temi come partecipazione, cultura, legalità, sociale e sport

Con il decreto n.4286 del 28/09/2015 la Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, ha approvato il bando per la presentazione di progetti di aggregazione giovanile e animazione. Il bando, attivo fino al 23 ottobre 2015, finanzierà un progetto per provincia per un massimo di 50.000 euro ciascuno.

Finalità del bando

La Regione Toscana, in conformità alle finalità previste dall’Intesa con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, intende promuovere attività che favoriscano le condizioni e le modalità di incontro e di aggregazione dei giovani attraverso attività culturali e formative da realizzare in appositi centri e/o spazi aggregativi.

Gli obiettivi specifici da raggiungere attraverso questo intervento sono:

  • intercettare il maggior numero di giovani sul territorio con modalità innovative, creative ed originali;
  • coinvolgere i giovani del territorio nell’organizzazione e promozione delle attività previste;
  • promuovere la valorizzazione del territorio circostante;
  • promuovere i valori dell’intergenerazionalità e dell’inclusione.

Gli interventi finanziati dovranno armonizzarsi con il progetto Giovanisì.

Chi può presentare domanda

I progetti potranno essere presentati da tutti i soggetti del terzo settore come definiti dalle Leggi 266/91 ; 381/91 e 383/00. Ciascun soggetto può presentare/partecipare come partner, pena l’inammissibilità delle relative domande, a un solo progetto.  Il soggetti destinatari delle azioni dovranno essere giovani dai 18 ai 30 anni.

Tipologia di agevolazione

Ogni progetto:

  • potrà essere finanziato fino ad un massimo di 50.000 euro;
  • dovrà essere cofinanziato, da parte del titolare del progetto, per almeno il 20% del valore complessivo del progetto.

Modalità di presentazione dei progetti

Le proposte progettuali, dovranno essere compilate utilizzando il formulario (Allegato B).
Al progetto dovrà essere allegato il piano economico di previsione (Allegato C )

Il progetto e la documentazione allegata devono essere inviati in via telematica esclusivamente con una delle seguenti modalità alternative:
a) trasmissione tramite interfaccia web Ap@ci (sistema web che consente di inviare comunicazioni telematiche alla Pubblica Amministrazione Toscana), selezionando come Ente Pubblico destinatario “Regione Toscana Giunta”

b) trasmissione tramite propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo PEC istituzionale di Regione Toscana: regionetoscana@postacert.toscana.it

Validità dell’avviso

Il termine per l’invio dei progetti è il 23 ottobre 2015. Ai fini della scadenza dei termini, fa fede la data di consegna della domanda che risulta nello stato “consegnato” di Ap@ci o nella “ricevuta di avvenuta consegna” della PEC.

Documentazione

Informazioni

Settore Politiche di welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità:
Tel. 055 4385286 – politichegiovanili@regione.toscana.it
 Vai alla pagina dedicata sul sito della Regione Toscana

Ufficio Giovanisì:
numero verde 800 098 719 – info@giovanisi.it

 

Pubblicato il 30 settembre 2015