Fare impresa

Fondo giovani professionisti
Misura attiva fino ad esaurimento fondi

Pubblicato da giovanisi il 17 novembre 2014

La Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, ha istituito un fondo regionale di garanzia per le professioni (vedi l’art. 9 L.R. n. 73 del 2008) con l’obiettivo di sostenere l’accesso e l’esercizio delle attività professionali, con particolare attenzione ai giovani. Il Regolamento stabilisce il funzionamento del fondo. Al fine di rendere più agevole l’accesso al credito e consentire uno sviluppo efficace delle attività professionali, la Regione Toscana ha previsto, in affiancamento alla misura della garanzia, il contributo in conto interessi quale ulteriore intervento a sostegno dei giovani professionisti. Il Regolamento per la concessione di garanzie e di contributi in conto interessi a favore delle professioni è attivo fino ad esaurimento fondi.

i destinatari del fondo
Possono beneficiare della garanzia e del contributo in conto interessi:

  • i giovani professionisti di età non superiore a 40 anni (non compiuti) iscritti in albi di ordini e collegi oppure iscritti ad associazioni professionali (art. 5 della legge regionale 30/12/2008 n. 73);
  • i giovani di età non superiore a 30 anni (non compiuti) che svolgono un praticantato (obbligatorio o non obbligatorio) finalizzato all’accesso alla professione.
    Sia i giovani professionisti che i praticanti devono avere domicilio professionale prevalente in Toscana (ovvero il cui reddito deriva almeno per il 60% da attività professionale svolta in Toscana)

– Possono beneficiare esclusivamente della garanzia gli Ordini e Collegi professionali o Associazioni professionali, anche di secondo grado, aventi sede in Toscana.

 

TIPOLOGIE DI AGEVOLAZIONI
Le agevolazioni previste dal Regolamento sono:

  • la garanzia rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito pari all’ 80% dell’importo di ciascun finanziamento per i giovani professionisti e i praticanti. La garanzia è diretta, esplicita, incondizionata, irrevocabile e a titolo gratuito
  • il contributo in conto interessi concesso al giovane professionista o al praticante in misura pari al 100% dell’importo degli interessi gravanti sul finanziamento garantito. Il contributo è erogato in un’unica soluzione, in via anticipata, successivamente alla data di erogazione del finanziamento e alla rendicontazione prevista (vedi paragrafo 5.8 del Regolamento)

SPESE AMMISSIBILI
La garanzia e il contributo in conti interessi possono essere richiesti per:
a) prestiti d’onore a favore di praticanti di età non superiore ai 30 anni (non compiuti) per l’acquisizione di strumenti informatici;
b) prestiti ai giovani professionisti con età inferiore a 40 anni (non compiuti), finalizzati al supporto alle spese di avvio dei nuovi studi professionali.

SOGGETTO GESTORE
Il soggetto gestore dell’intervento è il Raggruppamento Temporaneo di Imprese “Toscana Muove” costituito tra Fidi Toscana S.p.A (soggetto capofila), Artigiancredito Toscano s.c e Artigiancassa S.p.A

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande sono presentate secondo le modalità stabilite dal paragrafo 4 del Regolamento.
La domanda di garanzia e di ammissione al contributo deve essere presentata utilizzando esclusivamente la modulistica scaricabile dal portale di Toscana Muove (Sezione Garanzie per operazioni finanziarie).
Il fondo giovani professionisti è attivo fino ad esaurimento fondi.
 

DOCUMENTAZIONE

Decreto n.5113 del 06-11-2015– Regolamento per la concessione di garanzie e di contributi in conto interessi a favore delle Professioni
Regolamento per la concessione di garanzie e di contributi in conto interessi a favore delle Professioni
Scheda descrittiva
Modulo di domanda

 

INFORMAZIONI

 


 

Per domande presentate fino al 15 novembre 2015:
Regolamento di attuazione dell’art. 9 della L.R. 73/2008 (Norme in sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali) – Fondo di rotazione per la prestazione di garanzie per giovani professionisti

 

 

 

Pubblicato il 17 novembre 2014