Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

Il premio “IAI 2020” alla sua terza edizione è il concorso dedicato ai giovani under 26 promosso dall’Istituto Affari Internazionali, il think tank non-profit che si occupa di politica internazionale e integrazione europea fondato nel 1965 su iniziativa di Altiero Spinelli.

Il tema scelto per l’edizione di quest’anno è “Il pianeta, l’Europa e io: come contrastare i cambiamenti climatici, assicurare un modello di sviluppo sostenibile e tutelare l’ambiente?”, tema su cui nel corso dell’ultimo anno milioni di giovani di tutto il mondo hanno acceso i riflettori con mobilitazioni e proteste, rivendicando la necessità di politiche pubbliche mirate a fronteggiare adeguatamente il problema del cambiamento climatico.

All’interno dell’edizione di quest’anno è stato inoltre istituito, in collaborazione con la Fondazione Antonio Megalizzi, il “Premio speciale per la comunicazione Anotonio Megalizzi” dedicato al giovane giornalista morto nell’attentato di Strasburgo l’11 dicembre 2018.

A chi è rivolto

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a:
– studenti degli ultimi due anni di scuola superiore;
– studenti universitari e neolaureati (da non più di un anno) nati nel 1993 o in data successiva, di qualunque nazionalità e di tutti gli atenei italiani o presenti in italia o studenti iscritti a corsi di laurea all’estero (UE).

I premi

Saranno premiati i due saggi di ciascuna categoria – università e scuole superiori – e il videoclip che otterranno la migliore valutazione da parte delle commissioni giudicatrici. I saggi che si qualificheranno al primo, secondo e terzo posto della graduatoria ‘Universitari’ saranno pubblicati all’interno di una delle collane editoriali dello IAI.
Il 1° classificato della categoria ‘Universitari’ avrà anche l’opportunità di svolgere un tirocinio retribuito, della durata di tre mesi, presso l’Istituto.
Il 1° classificato della categoria ‘Studenti di scuole superiori’ vedrà pubblicato il proprio saggio in una collana dello IAI, riceverà un assegno di 400,00 Euro e la possibilità di frequentare gratuitamente uno dei corsi formativi IAI, al raggiungimento della maggiore età. Tutti i summenzionati finalisti, inclusi i vincitori, avranno la possibilità di pubblicare un estratto del loro saggio (900 parole / 5500 battute) sulla rivista on-line dell’Istituto, AffarInternazionali.
Il 1° classificato dei video-clip maker riceverà un assegno di 400,00 Euro. A tutti i finalisti per ciascun indirizzo verrà rilasciato un attestato di merito. Altri attestati saranno rilasciati agli istituti di provenienza degli studenti delle scuole superiori. Ulteriori premi e riconoscimenti potranno eventualmente essere messi a disposizione da enti e sponsor esterni. I vincitori saranno invitati a presentare i loro elaborati e premiati durante un evento aperto al pubblico organizzato dall’Istituto in primavera.

Come partecipare

I partecipanti possono concentrarsi su una o più delle seguenti domande:
– come contrastare i cambiamenti climatici?
– quale modello di sviluppo sostenibile?
– come tutelare l’ambiente?
– quale ruolo per i cittadini, società civile e settore privato?
– quali priorità per le politiche nazionali ed europee?
– come cambiare il nostro stile di vita in senso sostenibile?
– la green economy come motore di sviluppo sostenibile?
– quale ruolo per la cooperazione internazionale?
– nuove alleanze globali per il clima?
– azione locale e dimensione globale, quali punti di incontro?

Per partecipare al premio IAI è necessario inviare un saggio inedito sul tema prescelto (min 1000, max 1500 parole). Per il Premio speciale per la comunicazione “Antonio Magalizzi”  è necessario inviare un video-clip che risponda al quesito del concorso. È possibile partecipare ad entrambe le competizioni

Quando

Gli elaborati devono essere inviati all’indirizzo mail premio@iai.it entro le 23.59 di domenica 5 Aprile 2020

Per informazioni

Consultare la pagina dedicata all’iniziativa oppure contattare la Segreteria organizzativa IAI – via A. Brunetti, 9 Roma alla mail premio@iai.it o al tel. 063224360

Fonte: Istituto Affari Internazionali

Lascia un commento