Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani
Blog

Sono due i posti per giovani volontari che potranno svolgere il Servizio Civile Universale (bando in scadenza il 10 ottobre 2019) presso il Comune di Montignoso, anche grazie alla collaborazione con  ANCI Toscana.

Il progetto promosso dal Comune ha come titolo “GIOVANI GENER–AZIONI 2020, Informare, Integrare, Partecipare” e permetterà infatti una collaborazione di un intero anno presso l’Ente Anci Toscana, i ragazzi\e selezionati potranno svolgere attività educative e di sostegno ai minori, supporto all’ufficio Informagiovani e al settore Scuola ad Educazione, promuovere le attività culturali per i giovani e per i cittadini stranieri.

Il bando prevede un orario di 25 ore settimanali su 5 giorni e un rimborso mensile pari a 439,50 euro.

A chi è rivolto
Possono presentare la propria candidatura giovani fra i 18 e i 28 anni (29 non ancora compiuti) cittadini italiani, comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia, anche se hanno già svolto il Servizio Civile Regionale (non chi ha già svolto servizio civile nazionale,e chi abbia in corso o abbia avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro con l’ente che realizza il progetto).

Come partecipare
Gli aspiranti volontari dovranno produrre domanda di partecipazione indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto attraverso la piattaforma dedicata, accedendo tramite SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Sui siti web del Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Scelgo il Servizio Civile è disponibile la Guida per la compilazione e la presentazione della domanda online. Per ogni altra informazione e chiarimento è possibile visitare la pagina dedicata sul sito del Comune di Montignoso o il sito Anci Toscana.

Quando
È possibile inviare le domande entro il 10 ottobre 2019.

«Un’opportunità per crescere e formarsi nel mondo del lavoro – ha commentato l’Assessore Giorgia Podestà – ma anche per acquisire una serie di competenze e informazioni che aiutano a comprendere l’apparato amministrativo all’interno di un ente locale, il suo funzionamento, la sua struttura. Questo oltre ad essere un significativo bagaglio per il proprio curriculum professionale è sicuramente un’esperienza che aiuta a crescere dei cittadini pienamente consapevoli sulle dinamiche, le esigenze e le modalità di sostengo in una comunità. Infine il volontariato, i ragazzi potranno vivere una delle forme di aiuto e di solidarietà più spontanee e più belle verso chi ha più bisogno».

Per informazizoni

Lascia un commento