#StoriePossibili sull’Innovazione

Industria 4.0, energia rinnovabile e internet delle cose. Sono questi alcuni dei settori che hanno scelto i beneficiari di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani, intervenuti alla tappa di “Giovanisì in tour: il progetto raccontato dai giovani toscani” all’interno dell’Internet Festival di Pisa .

Storie e strade diverse ma con un file rouge comune: l’innovazione! Andiamo a conoscerle insieme…

Antonio, ad esempio, durante i suoi studi universitari (corso di laurea in Informatica) ha svolto un tirocinio curriculare presso una startup che ha sede all’interno del Polo Tecnologico di Navacchio, e che si occupa di aggiornare vecchi macchinari industriali, molto costosi, in modo tale da renderli più “smart” attraverso le nuove tecnologie.

Il tirocinio è stato molto utile per l’inizio della mia carriera professionale

Enrico Matteo, invece, dopo la laurea ha attivato un tirocinio presso l’azienda Wearable Robotics di Pisa, una spin-off della Scuola Superiore Sant’Anna, che si occupa della progettazione e sviluppo di esoscheletri robotici indossabili con scopi civili o biomedicali. L’esperienza l’ha visto impegnato su diversi fronti: dalla marcatura CE di un dispositivo medico robotico per trattamenti di riabilitazione di persone che hanno avuto un ictus, al monitoraggio dei pazienti che hanno usufruito dell’esoscheletro, fino alla redazione del manuale utente del dispositivo biomedico.

Una formazione in ambito innovativo è stata invece quella scelta da Leonardo e Lucia, che hanno comunque intrapreso due percorsi estremamente diversi. Leonardo, da sempre appassionato di energie rinnovabili, ha seguito il corso ITS – Istruzione Tecnica Superiore in “Tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile”, esperienza che gli ha permesso non solo di fare molta esperienza sul campo, ma anche di partecipare al progetto innovativo GIOTTO, dedicato all’implementazione dei cosiddetti “contatori intelligenti”.

Il corso mi ha permesso di confrontarmi con tematiche molto attuali

Lucia ha vinto invece un assegno di ricerca per collaborare a un progetto del CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, in cui si è occupata dell’analisi del contenuto delle immagini per l’estrazione automatica di informazioni che ne permettano la descrizione automatica, il loro riconoscimento, la loro classificazione e la loro ricerca, con applicazione anche nell’ambito dei beni culturali.

Un’esperienza molto diversa è quella che caratterizza la storia dell’ingegnere edile Tommaso. Dopo la laurea, infatti, il giovane ha scelto di vivere un’esperienza all’estero, svolgendo un tirocinio in Danimarca e prendendo parte a un progetto per la progettazione e costruzione di una struttura architettonica, contraddistinta da pannelli mobili, sensibile (grazie all’ausilio di sensori) al movimento dell’uomo e all’ambiente circostante (in particolare al movimento del sole).

Ho vissuto un’esperienza che mi ha cambiato la vita

Sono imprese innovative quelle che fondate invece da Marco e Marika. Il primo, insieme al collega , ha creato un’azienda che si occupa di software e ha deciso di trasferire la propria attivit all’interno di un ambiente dinamico e stimolante quale è uno spazio di coworking; la seconda invece ha fondato una startup, con sede all’interno del Polo Tecnologico Lucchese, che si occupa di stampa 3D cercando di far dialogare tra loro le nuove tecnologie e l’artigianato tradizionale.