Il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani

La campagna di comunicazione realizzata con le risorse del Fse segnerà l’apertura di ogni evento in cartellone, prossimi Ultravox alle Cascine di Firenze e Lucca Summer Festival.

Giovanisì in prima fila in occasione dei grandi eventi della Toscana per raccontare le opportunità che la Regione offre a ragazze e ragazzi. Dopo le quattro giornate del Firenze Rocks anche i concerti del Lucca Summer Festival e tutti gli appuntamenti di Ultravox al parco delle Cascine di Firenze saranno aperti da un video manifesto di un minuto.

E’ una nuova campagna di comunicazione, dal titolo “Noi siamo presente” e realizzata grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo, con cui il progetto regionale per l’autonomia dei giovani punta a farsi conoscere tra i luoghi di aggregazione che i ragazzi, a cominciare da quelli della generazione zeta, frequentano.

“Sono molto soddisfatto di questa ulteriore idea messa in campo da Giovanisì – spiega il Presidente della Regione Eugenio Giani – perché abbiamo già sperimentato l’efficacia di iniziative di questo tipo. Ricordo, ad esempio, quanto abbiamo già fatto con il Rock Contest e l’istituzione di ben due premi per i brani presentati in quel concorso. Ora che è possibile tornare a vivere gli eventi in presenza, questa attività di promozione è quello che ci voleva. Uscire dal palazzo senza attendere che siano i giovani a cercarci è una modalità di lavoro che ripaga sempre e sono certo che tornerà utile anche questa volta”.

“Abbiamo deciso di chiudere questo video – aggiunge il Consigliere del Presidente per le politiche giovanili Bernard Dika – rivolgendoci alla generazione z, a chi è nato agli inizi di questo millennio, per trasmettere un messaggio di spinta al protagonismo e al tempo stesso di vicinanza delle istituzioni alle esigenze e alla voglia di crescere di chi oggi è più giovane. Si inserisce nel solco del lavoro che abbiamo fatto in questi mesi con ‘Siete presente”. Anche per questo il messaggio ‘Noi siamo presente’ si trasforma in ‘Qualunque sia il tuo presente noi ci siamo’: la Regione Toscana è al fianco delle ragazze e dei ragazzi ed è al lavoro affinché non restino in attesa ma agiscano da ora”.

“I giovani – dice Elena Calistri, responsabile dell’autorità di gestione del Por Fse Toscana – sono da sempre al centro degli interventi del Fondo Sociale Europeo che, nella programmazione 2014-2020, ha dedicato oltre 250 milioni di euro agli interventi a loro rivolti. Le risorse saranno ancora maggiori nel programma in corso di approvazione da parte della Commissione Europea che prevede per i prossimi sette anni, oltre a strumenti di integrazione tra mondo della scuola e mondo del lavoro, anche interventi innovativi in campo culturale e sociale. L’obiettivo è rimettere in campo i talenti di una generazione duramente colpita dalla pandemia ma irrinunciabile linfa per dare slancio alla ripresa in Toscana e alla transizione verde e digitale”.

Il video manifesto trasmesso sugli schermi dei palchi dei cartelloni musicali focalizza l’attenzione su uno dei target di riferimento del progetto, la cosiddetta Generazione Z. Una generazione che a partire dal 2001 ha attraversato un ventennio denso di avvenimenti come non mai nella storia recente e di cambiamenti globali. Il terrorismo, la guerra, la crisi economica, i cambiamenti climatici, fino alla pandemia, ma anche la maggiore libertà di movimento e di comunicare: la storia di una generazione che ne ha passate tante e che da questi avvenimenti ha preso la forza per inventarsi tutti i giorni in modi nuovi ripartire con nuovo slancio.

 

Fonte: Comunicato Stampa di Antonio Cannata, Toscana Notizie

 

Guarda il servizio: