Edilizia residenziale pubblica

La  legge finanziaria 2011 (LR n. 65/2010, come modificata dalla LR n. 25/2011 ) all’art 118 quinquies – Interventi speciali di recupero e incremento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica in aree ad alta criticità abitativa –  autorizza, il relazione al bilancio pluriennale 2011-2013,  il sostegno finanziario di interventi speciali di recupero e incremento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica in aree ad alta criticità abitativa, finalizzati a potenziare l’offerta di abitazioni in locazione in favore delle fasce deboli della popolazione, nonché a superare situazioni critiche d’emergenza abitativa.

In particolare le proposte di intervento al comma 4 del medesimo articolo sono predisposte rispetto ad una serie di condizioni tra le quali alla lettera e):

“riserva o priorità, per una quota massima del 25 per cento delle abitazioni in favore di giovani che intendono conseguire l’autonomia abitativa dalla famiglia d’origine e sono in possesso dei requisiti di cui all’art. 118 iter. Comma 1, nonché dei requisiti  per concorrere all’assegnazione degli alloggi  di edilizia residenziale pubblica stabiliti dalla legge regionale n.96 del 20 dicembre 1996 (Disciplina per l’assegnazione, gestione e determinazione del canone di locazione degli  alloggi di edilizia residenziale pubblica ), nel caso di interventi di edilizia sovvenzionata”.