Co-housing

Co-housing: il bando rivolto ai Comuni Toscani
scadenza 19 novembre 2012

Con il decreto n.1945 del 26/4/2012 pubblicato sul BURT n. 21 del 23/5/2012 è stato approvato il bando “Misura E (Sperimentale): Progettazione e attuazione di interventi regionali pilota nel campo della bioarchitettura e bioedilizia e di strutture alloggiative plurifamiliari di natura temporanea”.

Con questo la Regione concorre, per una disponibilità complessiva pari a 13 milioni di euro, alla realizzazione di interventi pilota con caratteristiche sperimentali ed innovative.

Tra le misure promosse dal bando vi è infatti anche quello relativo la realizzazione, mediante autocostruzione o autorecupero da parte dei componenti della cooperativa o associazione proponente, di strutture alloggiative plurifamiliari, che possono presentare anche spazi di aggregazione e di condivisione, o servizi comuni, per accentuare le caratteristiche dell’intervento mirato alla costruzione di relazioni umane e sociali all’interno del percorso di ricerca di soluzioni abitative.

Il bando è rivolto ai Comuni Toscani che dovranno far pervenire alla Regione Toscana – Settore Politiche abitative, le proposte di intervento entro 180 giorni dalla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul BURT (scadenza il 19 novembre 2012) .

Il bando, pur non essendo all’interno delle azioni di Giovanisì, si inserisce tra le altre opportunità segnalate per quanto riguarda l’area “Casa” e con riferimento particolare al co-housing (misura 1.C).

Per informazioni rivolgersi al proprio Comune di residenza.

[Notizia collegata]
Bioarchiettura, bioedilizia, co-housing: il bando rivolto ai Comuni toscani