Fare impresa, Lavoro, Tirocini

Speciale professioni, tutte le opportunità offerte dalla Regione a portata di mouse

Pubblicato da giovanisi il 20 luglio 2017

La Regione mette a disposizione degli oltre 300 mila professionisti che, all’interno degli Ordini, dei Collegi e delle Associazioni professionali operano in Toscana, una serie di opportunità per sostenerne l’attività e favorirne o consolidarne l’inserimento nel mercato del lavoro. Una campagna di comunicazione per far conoscere la pagina speciale dedicata alle professioni è stata avviata in questi giorni sul  sito di Regione Toscana.

Lo speciale professioni guiderà tutti gli interessati alle novità normative e alle risorse messe in campo, con una guida aggiornata ai bandi e alle scadenze per accedervi.

La Regione Toscana, già nel 2004 con la legge regionale 50, si era dotata di uno strumento normativo per disciplinare i rapporti con le libere professioni intellettuali riconoscendone, prima in Italia, la rilevanza sociale, economica e occupazionale e il loro ruolo per la crescita della comunità regionale.

Dal 2008, con l’entrata in vigore della legge 73 (sostegno all’innovazione delle attività professionali intellettuali), è stata istituita la Commissione regionale delle professioni intellettuali, sede istituzionale di dialogo tra Regione e sistema delle professioni.

giovani professionisti, liberi di crescere

Fra i risultati di questo confronto anche il lancio di un pacchetto per sostenere i Giovani professionisti nell’ambito del progetto Giovanisì (oggetto di una campagna mirata) con l’obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro, anche per i giovani che si trovano nella fase di pratica professionale o nei primi anni di attività. Vai alla pagina dedicata

La Commissione regionale

La commissione, presieduta dal presidente della giunta, elegge due vicepresidenti, in rappresentanza del mondo ordinistico e non ordinistico, contemperando in tal modo le due tipologie di professioni attraverso la sinergia delle attività. Fra i suoi compiti, anche quello di esprimere pareri in materia di interesse delle professioni sugli atti di programmazione, sulla normativa, sulla semplificazione amministrativa e sui processi di innovazione delle attività professionali.
I vicepresidenti della commissione, in rappresentanza del mondo professionale, siedono altresì nel Tavolo di Concertazione Generale della Regione Toscana, e nei Comitati di Sorveglianza dei POR FSE 2014-2020 e FESR 2014-2020.

La possibilità, per i professionisti, di accedere alle risorse messe a disposizione dai bandi europei di Fse e Fesr 2014-2020, equiparandoli così alle imprese, ha aperto nuove opportunità.

Gli strumenti

Ecco in sintesi i principali strumenti disponibili: fondo di garanzia per l’accesso al credito, bandi del Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020, bandi del Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020.

Si tratta in particolare di contributi alle imprese per l’internazionalizzazione, l’efficientamento energetico, il coworking, il microcredito e prestito a tasso zero per investimenti in nuove tecnologie, prestiti a tasso zero, fondo di garanzia per giovani professionisti, voucher formativi per giovani professionisti, contributi per i tirocini di accesso alle professioni.

 

Comunicato stampa di Toscana Notizie

 

Pubblicato il 20 luglio 2017