Lavoro

Coworking: bando per giovani coworkers
Avviso scaduto il 31/07/2017 - Graduatoria in uscita a novembre 2017

Pubblicato da giovanisi il 13 giugno 2017

La Regione Toscana promuove il coworking come modalità innovativa di organizzazione del lavoro e supporta la creazione di percorsi imprenditoriali di giovani professionisti under 40, attraverso l’erogazione di voucher per inserirsi all’interno di uno spazio di coworking accreditato (vedi l’elenco degli spazi).

Obiettivo del bando, inserito nell’ambito del progetto Giovanisì, è quello di favorire l’attivazione di reti e la collaborazione tra liberi professionisti. L’importo massimo del voucher è di 4.000 euro.

Il bando, finanziato dal FSE 2014/2020, è attivo fino al 31 luglio 2017.

I DESTINATARI DEL BANDO

Possono richiedere il voucher i liberi professionisti in possesso di questi requisiti:

  • età compresa tra i 18 e i 40 anni (senza limiti di età per persone con disabilità), in possesso di partiva IVA e residenti e/o domiciliati in Toscana (il requisito dell’età deve essere posseduto al momento della presentazione della domanda);
  • titolari di partita IVA da non più di 36 mesi dalla data di presentazione della domanda;
  • appartenenti ad una delle seguenti tipologie:
    a)soggetti iscritti ad albi di ordini e collegi;
    b)soggetti iscritti ad associazioni di cui alla legge 4/2013 o alla legge regionale n.73/2008 ;
    c)soggetti iscritti alla Gestione Separata dell’INPS.

IL VOUCHER

Il voucher copre il costo di affitto dello spazio di coworking, può coprire anche l’utilizzo di eventuali attrezzature messe a disposizione (ad esempio stampante 3D) e può essere richiesto anche per le spese di viaggio, vitto e alloggio, in caso di collaborazione con uno spazio di coworking all’estero nei paesi della UE o in un’altra regione italiana.

L’importo massimo del voucher è di 4.000 euro ed è così suddiviso:

  • fino a 3.000 euro (IVA inclusa) per l’affitto della postazione di coworking da un minimo di 6 mesi a un massimo di 12;
  • fino a 500 euro (IVA inclusa) per le spese di assicurazione, se previste, in relazione all’utilizzo di attrezzature;
  • fino a 500 euro (IVA inclusa) per il rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio, qualora sia prevista una collaborazione con uno spazio di coworking all’estero nei paesi della UE o in un’altra regione italiana.

GLI SPAZI DI COWORKING

I voucher possono essere spesi in uno degli spazi di coworking inseriti nell’elenco qualificato (approvato con Decreto n. 9577 del 5/07/2017 )

COME PRESENTARE DOMANDA

I giovani coworkers possono inviare, fino al 31 luglio 2017, domanda di voucher:

  • tramite apaci, selezionando come destinatario Ente Pubblico “Regione Toscana Giunta”;
  • tramite pec all’indirizzo regionetoscana@postacert.toscana.it, inserendo nel campo dell’oggetto della comunicazione “Settore Programmazione Formazione Strategica – Voucher per liberi professionisti che operano in un coworking”.

La domanda di voucher deve essere corredata dalla documentazione indicata all’art.9 dell’avviso pubblico.

DOCUMENTAZIONE

Decreto n. 7936 del 30/5/2017
Avviso pubblico
Decreto n. 9577 del 5/07/2017
Elenco qualificato di spazi di coworking
Allegato 1 (Domanda di candidatura)
Allegato 2 (Formulario)
Allegato 3 (PED
Allegato 4 (Regole Aiuti di Stato)
Allegato 5 (Dichiarazione regime De Minimis)

 

INFORMAZIONI

Settore Programmazione Strategica Istruzione e Formazione Tecnica Superiore della Regione Toscana
coworking@regione.toscana.it
vai alla pagina dedicata sul sito di Regione Toscana

Ufficio Giovanisì – Regione Toscana
800.098719
info@giovanisi.it

 

 

 


Striscia loghi FSE

Pubblicato il 13 giugno 2017