territorio

La Regione Toscana a Festambiente con uno stand su aree protette e biodiversità
Mercoledì 10 agosto dalle ore 18.00 alle ore 22.00 sarà presente anche un corner informativo su Giovanisì

Pubblicato da giovanisi il 29 luglio 2016

festambienteSarà presente a Festambiente come sempre e quest’anno con uno stand dedicato al Sistema regionale delle aree protette, la biodiversità marina e terrestre e l’erosione costiera.La Regione Toscana segna così la sua presenza alla 28esima edizione del Festival internazionale di Legambiente che si svolgerà a Rispescia dal 5 al 15 agosto

“Una materia da sempre complessa e delicata  – ha spiegato l’assessore Federica Fratoni che ha presentato la manifestazione insieme al coordinatore di Festambiente Angelo Gentili e Federico Gasperini  direttore di Legambiente Toscana – che quest’anno ha vissuto anche il passaggio di competenze dalle Province alla Regione di tutte le funzioni di programmazione, pianificazione ed amministrative alla luce del quale è in fase di adeguamento la L.R. 30/2015″. 

Si tratterà di una vera e propria mostra divisa in cinque sezioni: quella sulle attività svolte dall’Osservatorio Toscano della Biodiversità, quella sulle riserve naturali che quest’anno festeggiano vent’anni della loro istituzione, una terza dedicata ai monitoraggi sulle aree protette e sui Siti Natura 2000, una sezione dedicata ai due parchi regionali di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli e delle Alpi Apuane e infine, la quinta, centrata sulla Gestione Integrata delle Zone Costiere (GIZC), elemento portante di un progetto internazionale “Camp Italy” ,  di cui la Toscana è partner con il supporto del LaMMA.

Si passerà dal fare una conoscenza più approfondita degli “elasmobranchi” specie protette come squali e razze che nuotano nel Mediterraneo e in particolare lungo le nostre coste, ai focus su spazi quali le aree umide dalla Valle dell’Arno, la Diaccia Botrona, il Padule di Fucecchio, per arrivare ad aree boschive collinari e montane della Toscana centrale.

Chi vorrà potrà anche focalizzare l’attenzione sulle garzaie maremmane, siti riproduttivi per gli aironi coloniali che rappresentano uno degli esempi più interessanti e favorevoli a testimonianza della biodiversità nelle zone umide.

Per il parco delle Alpi Apuane sarà messo in evidenza il riconoscimento avuto dall’Unesco che lo ha laureato Geoparco inserendolo in un’apposita Rete internazionale definita “rete europea dei Geoparchi. Per Migliarino ci sarà invece spazio per il riconoscimento ricevuto dall’Unesco già nel 2004 che lo ha eletto Riserva della Biosfera.

Infine il progetto “Camp Italy” che promuove le conoscenze e le buone prassi per uno sviluppo sostenibile delle aree costiere. Il lavoro che la Regione sta portando avanti da decenni per la protezione e la salvaguardia della costa è perfettamente coerente con l’attività messa in campo dal Governo con il Tavolo nazionale sull’erosione costiera. Nello stand alcuni pannelli illustreranno gli effetti dell’erosione su alcuni tratti della nostra costa mostrando esempi di diverse tipologie di opere di difesa costiera presenti sul nostro litorale.

“Insomma – ha concluso Fratoni – un contributo che ci auguriamo possa restituire al grande pubblico di Festambiente l’immagine di un patrimonio “verde” di ricchezze naturalistiche e di biodiversità. Un tesoro che appartiene a tutti e che tutti siamo chiamati a tutelare e valorizzare, le istituzioni con le scelte politiche, i cittadini con l’attenzione, l’interesse e la passione”.

Mercoledì 10 agosto dalle ore 18.00 alle ore 22.00 all’interno dello stand della Regione Toscana sarà presente anche un corner informativo su Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

 

Comunicato stampa di Chiara Bini, Toscana Notizie

 

Pubblicato il 29 luglio 2016