Giovanisì+

Giovanisì+: le attività dei primi mesi di ‘Giovani attivi’

Pubblicato da giovanisi il 15 luglio 2016

‘Giovani attivi': progetti di aggregazione giovanileProseguono le attività dei 10 progetti vincitori (uno per provincia toscana) del bando ‘Giovani attivi’, promosso da Regione Toscana – Giovanisì in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e rivolto ai soggetti del terzo settore.

 

cos’ è Giovani Attivi?

‘Giovani Attivi’, è il bando per progetti di aggregazione giovanile ed animazione rivolto ai soggetti del Terzo settore, volto a favorire la partecipazione e la socializzazione dei giovani dai 18 ai 30 anni attraverso attività culturali e formative da realizzare in appositi centri e/o spazi aggregativi. Il Bando si inserisce all’interno di Giovanisì+, area del progetto Giovanisì dedicata a temi come partecipazione, cultura, legalità, sociale e sport.

Le attività dei 10 progetti vincitori

Sono iniziate lo scorso marzo le attività dei progetti vincitori, in questi mesi i giovani sono stati coinvolti in iniziative che hanno permesso loro di sviluppare le proprie abilità e i propri talenti attraverso corsi di formazione, laboratori culturali e ricreativi ed incontri mirati a far conoscere le opportunità offerte dal territorio.

provincia di ArezzoIl progetto ‘Park Factory – ripensare spazi di aggregazione e di creatività giovanile ha coinvolto i ragazzi in un contest musicale, in laboratori di fumetto e di cinematografia,fino alla realizzazione di un cortometraggio sul tema del colloquio di lavoro. I lavori realizzati sono stati presentati all’interno del River Music Festival.

provincia di FirenzeIl progetto C.A.L.L. – Centri di Aggregazione, Luoghi e Laboratori ha selezionato attraverso un bando un gruppo di giovani per la realizzazione di iniziative a Borgo San Lorenzo , Firenze e Calenzano. Ad oggi i giovani hanno organizzato laboratori di musica con i richiedenti asilo, laboratori rivolti ai genitori e agli insegnanti per realizzare attività educative con i bambini e laboratori sui giochi di ruolo.

provincia di GrossetoIl progettoL’Inkontro – rete di idee’ ha realizzato incontri tra le associazioni di volontariato del territorio e i giovani coinvolti nel progetto, laboratori di social media marketing rivolte alle associazioni giovanili e ha aperto uno sportello per l’orientamento scolastico.

provincia di LivornoIl progetto ‘Spazio ai Giovani’ ha organizzato corsi di alfabetizzazione informatica, corsi per creare una postazione web radio, corsi per l’organizzazione di eventi e corsi di orientamento al lavoro.

provincia di LuccaIl progettoAggregazioni In(Volontarie) ha partecipato al Festival del Volontariato di Lucca e ha coinvolto i giovani in laboratori di video storytelling, di falegnameria, di Deejay, di musica e di aggregazione libera rivolti ai giovani del territorio lucchese.

provincia di Massa e CarraraIl progettoGIOVANI S.C.A.T.T.I. Giovani tra Storia, Cultura, Ambiente, Tecnologie, Turismo, Innovazione ha valorizzato le tradizioni del territorio coinvolgendo i giovani in attività ed iniziative di rievocazione storica.

provincia di Pisa  Il progetto ‘Yin and Young’ ha realizzato un bando per la selezione di giovani nelle aree di Pisa e della Valdera per progettare e realizzare una campagna di informazione e sensibilizzazione sulle opportunità che i territori offrono alle nuove generazioni.

provincia di PistoiaIl progetto ‘Meet-I.Co – Incontro e Corresponsabilità: giovani protagonisti’ ha aperto uno sportello di orientamento rivolto ai Neet e sta portando avanti un lavoro di progettazione con le associazioni partner per poi da settembre partire con le attività rivolte ai ragazzi.

provincia di PratoIl progetto ‘Young space – Spazio ai giovani!’ ha dato l’avvio alle sue attività nel corso dell’inaugurazione di Officina WeMeet, spazio giovanile all’interno del centro commerciale di Parco Prato che ospiterà iniziative di carattere educativo, informativo, culturale, sociale e ludico, interamente dedicate ai giovani.

provincia di Siena‘BraiNet – rete di centri di produzione culturale’ ha predisposto un bando per la creazione di una giuria popolare costituita da giovani per uno spettacolo teatrale, ha realizzato un laboratorio di scenografia e ha attivato due sportelli di orientamento a Colle Val D’Elsa e a Monteroni d’Arbia.

Il coinvolgimento nelle attività che continueranno nei prossimi mesi permetterà ai giovani di entrare in contatto con le realtà dei centri di aggregazione giovanile, incentivando così il loro impegno sociale, promuovendo la cultura della solidarietà, dell’inclusione e della cittadinanza attiva.

Pubblicato il 15 luglio 2016