Eventi

I vincitori del bando “Toscana in Spot 2015. Internet e minori”

Pubblicato da giovanisi il 15 settembre 2015

mqdefaultPresentati gli otto migliori progetti per l’Osservatorio Internet@Minori. Bando promosso dall’Authority toscana. L’associazione Beecom di Borgo San Lorenzo (Fi) vince la categoria Tv, Elisa Girletti di Porcari (Lu) sale sul gradino più alto nella sezione radio

L’associazione Beecom di Borgo San Lorenzo (Fi) vince la categoria Tv con lo spot “Nando e Carla”, “Mamma non vuole” di Elisa Girletti da Porcari (Lu) sale sul gradino più alto nella sezione radio e tra gli under 35 si classificano primi Stefano Poggioni di Sesto Fiorentino per la Tv con “To like or not to like” e Juri Guerranti di Siena per la radio con “Per una navigazione sicura su internet dei minori”. Sono questi i vincitori del bando “Toscana in Spot. 2015: Internet e minori” promosso dal Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) per sensibilizzare la società su rischi ed opportunità che le nuove tecnologie della comunicazione, internet e social network in particolare, rappresentano per gli under 18, ed incentivare una navigazione consapevole e responsabile.

Gli otto migliori spot della terza edizione sono stati presentati lunedì 14 settembre, in palazzo Panciatichi a Firenze, nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato il presidente del Corecom SandroVannini, il consigliere membro della commissione per la selezione e l’assegnazione dei premi Maurizio Zingoni e Alessandra Maggi, presidente dell’Istituto degli Innocenti, tra i firmatari del progetto e sede dell’Osservatorio nazionale Internet@Minori.

“Promuoviamo questi progetti per educare ad un uso opportuno del web senza allarmismi di sorta ma facendo capire veridicità delle fonti e attendibilità delle notizie”, ha detto il presidente Vannini. “L’iniziativa internet e minori, sul quale il Corecom Toscana, d’intesa con gli altri Corecom, si è molto adoperato, rientra in quella filiera di media education che stiamo portando avanti in collaborazione con l’Istituto degli innocenti”. “Nel 2016 – ha continuato Vannini – contiamo di coprire tutta la regione, assicurando omogeneità territoriale e quel carattere di continuità progettuale che ci siamo posti”. “Sempre nel 2016 – ha concluso – vorremmo mettere a regime, quale punto di sintesi di queste azioni, un centro di formazione permanente per gli ingegnanti delle scuole medie inferiori e superiori”.
“Gli spot realizzati tengono conto di come viene vissuto il mondo della rete”, ha rilevato la presidente Maggi. “L’Istituto degli Innocenti lavora da otto anni su questi temi anche attraverso il progetto Trool (www.trool.it), per rendere internet sicuro, e coinvolgendo più di 5mila ragazzi e 2mila insegnanti sempre con la filosofia di un uso consapevole del web”. “La rete – ha concluso – non deve essere vissuta solo come strumento negativo. I ragazzi devono imparare l’uso appropriato. Gli spot scelti comunicano anche un messaggio positivo”.
Maurizio Zingoni ha rivelato come “non sia stato facile scegliere. I lavori hanno peculiarità e caratteristiche tali da poter dire che il livello è ottimo”. I criteri di scelta che hanno eletto gli otto migliori spot sono stati “l’efficacia comunicativa, l’originalità del progetto e la qualità tecnica”.
Sui gradini più bassi del podio, per la categoria Tv, si è piazzata Elisa Salatti di Livorno, arrivata seconda con lo spot “Immersi nella rete”; terzo Luca Ceccherini di Castelnuovo Berardenga (Si) con “Rete pericolosa”. Nella sezione radio secondo Valerio Ramacciotti di Porcari (Lu) con lo spot “Genitori informati… figli salvati”, terza Giulia Bonin di Empoli con “Non parlare con gli sconosciuti”.
Per la categoria Tv il primo premio si aggiudica5mila Euro, 3mila vanno al secondo e 2mila al terzo. Per la sezione radio al primo classificano spettano 2mila 500 euro, al secondo mille e 500 e al terzo mille euro. Per gli under 35 2mila euro spettano al primo classificato nella categoria Tv e mille per il primo della sezione radio. Tutti i premi sono erogati al 50 per cento per la produzione dello spot e al restante 50 per le spese di messa in onda sulle emittenti indicate. 

La graduatoria finale del bando è pubblicata sul sito del Corecom della www.corecom.toscana.it su quello del Consiglio Regionale www.consiglio.regione.toscana.it alla sezione avvisi, gare e concorsi e sul sito dell’Istituto degli Innocenti (www.istitutodeglinnocenti.it). Tutti gli spot sono scaricabili dal canale YouTube del Corecom.

 

Comunicato stampa dell’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Toscana (f.cio)

Pubblicato il 15 settembre 2015