Eventi, Fare impresa, Lavoro

Incubatori e Start up, Simoncini ha fatto il punto in un incontro a Rosignano

Pubblicato da giovanisi il 24 gennaio 2015

Gianfranco Simoncini, assessore alle attività produttive, credito e lavoro della Regione, ha partecipato stamani ad un incontro, organizzato dal Comune di Rosignano e dal Polo tecnologico di Navacchio, sul sistema degli incubatori della Toscana costiera – Bassa Val di Cecina. L’assessore, nell’occasione, ha fatto il punto sia sul bando incubatori, sia sul progetto ‘Start up house’ a favore delle start up giovanili e delle micro, piccole e medie imprese (inserito all’interno del progetto Giovanisì).

Simoncini ha sottolineato il valore dell’iniziativa attivata a Rosignano che, aderendo alla ricognizione lanciata dalle Regione, è una delle 24 realtà che ha messo a disposizione spazi per accogliere nuove imprese e che sta costruendo un sistema unitario col Polo Magona di Cecina ed il Polo di Navacchio, già oggi accreditati come incubatori di impresa. “Questa iniziativa – ha sottolineato Simoncini – andrà a rafforzare i risultati raggiunti al 31 dicembre 2014: 13 incubatori con 82 imprese incubate e un numero di addetti pari a 336 unità”.

Sul fronte delle start up giovanili, l’assessore Simoncini ha invece evidenziato il progetto pilota della Regione ‘Start up house’, con il quale, ha spiegato, “abbiamo deciso di offrire una sponda a chi ha idee innovative da proporre, ma non le forze per portarle avanti. Per uscire dalla crisi abbiamo bisogno di tutta l’intelligenza, la creatività, l’energia e il dinamismo dei giovani. E’ per aiutarli ad entrare in un mercato che li vede troppo spesso ai margini che abbiamo varato il progetto, sia per reperire spazi e immobili pubblici da mettere a disposizione delle nuove imprese, sia per favorirne l’avvio imprenditoriale attraverso il microcredito giovani, cioè finanziamenti agevolati, a tasso zero, per progetti di micro, piccole e medie imprese giovanili”.

A questo proposito Simoncini ha ricordato che sono ai nastri di partenza due bandi per piccoli prestiti agevolati destinati rispettivamente alle imprese del settore manifatturiero e a quelle di commercio, istruzione, attività artistiche e professionali, servizi di alloggio, di ristorazione, di informazione e comunicazione: le domande dovranno essere presentate dal 26 gennaio al 27 febbraio 2015, la finalità, in entrambi i casi, è quella di favorire l’accesso al microcredito da parte di giovani tra i 18 e i 40 anni, che vogliono intraprendere un’attività imprenditoriale. L’importo finanziabile va da un minimo di 5 mila ad un massimo di 15 mila euro. Il fondo ha una consistenza complessiva di 5 milioni.

 

Comunicato stampa di Mario Hagge, Toscana Notizie

Pubblicato il 24 gennaio 2015