Eventi

E’ aperta al futuro l’ottava edizione della 50 giorni di cinema di Firenze

Pubblicato da giovanisi il 3 ottobre 2014

E’ dedicata al tema del futuro, quello rappresentato dai giovani di qua e al di là dello schermo, l’ottava edizione della 50 Giorni, rassegna di Cinema Internazionale a Firenze, organizzata per Regione Toscana da Fondazione Sistema Toscana. Si terrà dal 29 ottobre al 14 dicembre, ancora nella storica sede del Cinema Odeon in Piazza Strozzi. Saranno come sempre i dieci festival internazionali con sede a Firenze* a comporre il cartellone della rassegna, che quest’anno li vede sfilare per la prima volta in una carrellata senza soluzione di continuità, grazie ad un programma che non prevede altri eventi intermedi.

“La 50 giorni ancora una volta vuole e riesce a mettere a confronto tanta culture diverse in uno sforzo di confronto internazionale che è vitale per la crescita della cultura, quindi di noi stessi – ha affermato l’assessora regionale alla cultura Sara Nocentini nel corso della presentazione del programma svoltasi stamani -. Lo fa affrontando un tema non facile come quello del futuro, o meglio degli strumenti che ci servono per costruirlo partendo dall’oggi. In particolare quindi le energie e la voglia di novità portata dai giovani artisti, ma anche quelli che vanno condivisi tra le generazioni diverse per affrontare quanto ci aspetta”.

 

Sul piano operativo, l’assessora Nocentini ha confermato l’impegno della Regione, pur con qualche ritardo tecnico nei tempi, per facilitare la produzione di pellicole sul territorio toscano. E poi ha voluto sottolineare la collaborazione avviata con Trenitalia, anche grazie al lavoro comune con l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, per facilitare attraverso la possibilità di viaggi scontati la fruizione dell’offerta del festival. In breve, chi acquisterà un biglietto della 50 giorni potrà usufruire di uno sconto per viaggiare su Frecce e treni regionali; inoltre sono stati predisposti pacchetti treno+albergo+spettacoli a prezzi speciali.

Il futuro dunque, quello che riguarda le nuove generazioni, la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse del pianeta, la promozione della cultura e il rispetto delle diversità – sarà il leit motiv di tutta la 50 Giorni 2014. L’inaugurazione del 29 ottobre è affidata al Festival dei Popoli, Festival Internazionale del Film Documentario, in occasione della sua 55a edizione, con una serata ad inviti ritirabili a partire da lunedì 20 ottobre direttamente al Cinema Odeon in Piazza Strozzi o presso gli uffici della Mediateca Regionale FST (via San Gallo 25, Firenze, dalle 10.00 alle 13-00 e dalle 14.30 alle 17.00).

 

Saranno proposti due film che raccontano dei sogni, delle speranze e del futuro dei giovani africani: Examen d’Etat (Esame di Stato, 2014), del congolese Dieudo Hamadi, incentrato sulle traversie di un gruppo di liceali in procinto di sostenere l’esame di Stato a Kisangani (Repubblica Democratica del Congo). E Moi, un noir, (Io, un nero. 1959), realizzato dal grande documentarista e etnologo Jean Rouch nel 1959 (anno in cui si tenne il 1° Festival dei Popoli, a cui Rouch partecipò come membro della giuria internazionale). ento è anche un omaggio al grande regista, a dieci anni dalla sua scomparsa.

 

France Odeon, festival del cinema francese contemporaneo (30 ottobre – 2 novembre), Immagini e Suoni del Mondo. Festival del Film Etnomusicale (3 – 5 novembre), Festival Internazionale di Cinema & Donne (6 – 11 novembre), Lo Schermo dell’Arte Film Festival (12 – 16 novembre), Balkan Florence Express (17 – 20 Novembre), Florence Queer Festival (21 – 27 novembre), Festival dei Popoli. Festival Internazionale del Film Documentario (28 novembre – 5 dicembre),  River to River Florence Indian Film Festival (6 – 12 dicembre), Una Finestra sul Nord, rassegna di cinema finlandese (12 – 14 dicembre), Premio NICE Città di Firenze (14 dicembre)

 

Comunicato stampa di Dario Rossi, Toscana Notizie

Pubblicato il 3 ottobre 2014
Tags: cinema, festival