Giovanisì Factory

Bando per la presentazione di progetti di sperimentazione delle “Giovanisì Factory”

Pubblicato da giovanisi il 8 gennaio 2014

Bando per la promozione sul territorio toscano della sperimentazione delle ‘Giovanisì Factory’ (così come definite dalle Linee Guida approvate con Delibera 990 del 25/11/2013). Attivo dal 9 gennaio al 7 febbraio 2014

Le Giovanisì Factory non sono solo e soltanto luoghi fisici di e per i giovani, ma contenitori di eventi e attività che siano in grado di richiamare in modo originale, ricreativo e innovativo i giovani del territorio e promuovere attraverso questi il progetto Giovanisì. Il valore aggiunto che sarà dato dalla gestione da parte del Terzo settore e del privato sociale a questi luoghi è proprio quello di fare in modo che le Giovanisì Factory siano anche e dei punti di incontro in cui si sviluppi partecipazione, inclusione sociale, cittadinanza attiva e aggregazione giovanile. Le Giovanisì Factory si inseriscono in uno spazio giovanile già esistente che, attraverso le attività che vengono organizzate, diventa veicolo nuovo e innovativo di promozione del progetto sul territorio. Elemento distintivo sarà la gestione diretta da parte dei giovani coinvolti nel progetto. Il soggetto titolare dovrà individuare un responsabile giovane che gestirà le attività che verranno realizzate. Oltre a svolgere queste attività specifiche delle Giovanisì Factory, il responsabile individuato dovrà anche fare un’attività di front-office e di animazione relativa alle azioni di Giovanisì durante tutto il periodo previsto. Grazie a quest’ultima attività egli avrà la possibilità di coinvolgere direttamente nell’organizzazione delle iniziative i giovani frequentatori dello spazio giovanile. Giovanisì Factory sarà anche un marchio visibile, un brand che verrà promosso anche attraverso il portale di Giovanisì e gli strumenti di comunicazione del progetto.

Soggetti destinatari:
Possono presentare la propria candidatura al seguente bando tutti i soggetti del terzo settore come definiti dalle Leggi 266/91, 381/91, 383/00. In caso di presentazione di un progetto da parte di un gruppo di soggetti, dovrà essere individuato un soggetto capofila che rispetti i requisiti previsti dal bando. Tale soggetto sarà l’interfaccia con la Regione, riceverà il contributo regionale e sarà responsabile della rendicontazione economica. Dovranno altresì essere individuati i soggetti partner che compartecipano all’azione progettuale con ruoli e modalità ben definiti.

Obiettivi delle proposte progettuali
Gli obiettivi da raggiungere delle proposte progettuali attraverso le Giovanisì Factory sono:

  • creare un format di attività/evento che preveda al suo interno momenti di promozione e informazione sulle azioni di Giovanisì
  • intercettare il maggior numero di giovani sul territorio con modalità innovative, creative ed originali che possono toccare anche ambiti e temi diversi rispetto a quelli principalmente trattati da Giovanisì (musica, teatro, lettura, sport etc.);
  • diffondere informazioni sul progetto regionale attraverso azioni di front-office e di animazione;
  • coinvolgere i giovani del territorio nell’organizzazione e promozione delle attività previste;
  • promuovere la valorizzazione del territorio circostante e le relazioni con gli altri presidi giovanili che vi operano con il fine di costruire azioni e attività congiunte;
  • promuovere i valori dell’intergenerazionalità e dell’inclusione delle persone con disabilità.

Requisiti di ammissibilità dei progetti
I progetti ammessi saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:

1. Deve esserci una compartecipazione del soggetto titolare con risorse proprie non inferiori a 5.000,00 euro;
2. Il soggetto titolare, o capofila, rispetta i requisiti previsti dal bando;
3. Il progetto ha durata annuale
4. La proposta progettuale deve prevedere almeno 10 eventi nel corso dei 12 mesi successivi all’avvio del progetto in cui l’ingresso dovrà essere libero e gratuito;
5. Deve essere individuato un luogo in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e che sia accessibile alle persone con disabilità con un’esplicita funzionalità in relazione alle attività, al contesto territoriale e agli obiettivi da raggiungere;
6.Deve essere nominato un responsabile del progetto under 25 (anche compiuti) che sarà formato ad hoc e presidierà lo spazio giovanile dove si svolgeranno le attività della Giovanisì Factory per un totale di 15 ore settimanali (con gestione dell’orario da concordare con l’Ufficio Centrale di Giovanisì);
7. Ciascun soggetto, o capofila, può presentare, pena l’inammissibilità delle relative domande, un solo progetto;
8. Per la presentazione deve essere usato l’apposito schema allegato
(Allegato B)
9. I progetti devono pervenire a firma congiunta del responsabile e del giovane responsabile del soggetto proponente, apposta per esteso e in modo leggibile; ad esse devono inoltre essere allegate le fotocopie dei documenti d’identità in corso di validità.

Modalità e tempi di presentazione
Il progetto, redatto sull’apposito schema allegato (Allegato B) al presente bando, deve essere trasmesso entro e non oltre il 7 febbraio 2014:
a) raccomandata con avviso di ricevimento, specificando sulla busta “Bando per la sperimentazione delle Giovanisì Factory” intestata a: Regione Toscana – D.G. Diritti di Cittadinanza e Coesione –Settore “Politiche di Welfare regionale e cultura della legalità” Via di Novoli, 26 50127 Firenze.Allegare copia dei documenti d’identità in corso di validità. Al fine del termine di presentazione fa fede la data d’invio riportata sul timbro postale;
b) Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: regionetoscana@postacert.toscana.it, utilizzabile esclusivamente per i possessori di casella di posta elettronica certificata indicando nell’oggetto:
“bando per la sperimentazione delle Giovanisì Factory” Settore “Politiche di Welfare regionale e cultura della legalità.”. Tutti i documenti devono essere inviati in formato PDF. Il progetto deve essere firmato mediante firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato oppure deve essere sottoscritta con firma autografata (per esteso in modo leggibile) acquisita mediante scansione e accompagnata dalla scansione di un documento di identità. Non saranno ammessi a valutazione i progetti presentati con modalità diverse da quelle sopra indicate. L’amministrazione non assume responsabilità per la dispersione delle domande, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Il contributo regionale per ogni singolo progetto è fissato in 20.000 euro. E’ richiesta una compartecipaone da parte del soggetto titolare pari a 5.000 euro. Verrà finanziato un progetto per ogni provincia.

Documentazione
Delibera 990 del 25/11/2013
Decreto n.5555 del 10-12-2013
Allegato A – bando
Allegato B – scheda progetto  (formato.pdf) (formato.doc)
Allegato C – scheda valutazione
Allegato D – Scheda di rendiconto (formato.pdf) (formato.doc)

Approfondimenti
Consulta le FAQ del bando »»»  (in progress)

Informazioni
Ufficio Giovanisì – Regione Toscana
Numero verde: 800098719
mail: info@giovanisi.it

 

Pubblicato il 8 gennaio 2014