Rossi al Mandela Forum: “Qui c’è la Toscana del futuro”

Pubblicato da giovanisi il 10 dicembre 2013

“E’ molto bello ed emozionante essere qui con voi. Siete tantissimi, qui c’è la Toscana del futuro”. Così il presidente Enrico Rossi ha accolto i 9.000 ragazzi che gremiscono il Mandela Forum per il XVII meeting dei diritti umani, dedicato quest’anno ai diritti delle donne. Dopo essersi scusato con i ragazzi di Pistoia, ancora bloccati sul treno, Rossi è entrato nel tema della giornata: “La lotta delle donne per i propri diritti è la più grande rivoluzione iniziata nel secolo scorso e che stiamo ancora vivendo. Metà del mondo che vuole essere se stessa, non vuole essere subordinata agli uomini. I femminicidi, la violenza, sono le reazioni di chi non riesce a capire questa enorme rivoluzione e allora se la prende con il corpo delle donne. Voi siete una generazione straordinaria e avete capito come è bello stare insieme in parità, e anche nella diversità”.

“Oggi ci sono i funerali di Nelson Mandela”, ha detto poi Rossi, ricordando che il Palasport è dedicato proprio al grande leader sudafricano che della lotta contro l’apartheid e per il rispetto dei diritti umani ha fatto la sua ragione di vita. “Mandela è il più grande rivoluzionario del secolo scorso, ha fatto quello che nessuno pensava si potesse fare, ha messo mano nella mano bianchi e neri in modo pacifico. Anche qui in Italia ci sono tanti ragazzi che non hanno io vostri stessi diritti. Io penso che tutti i ragazzi che vivono qui devono diventare cittadini italiani. Lo ripeteremo finché il Parlamento non approverà una legge che riconoscerà loro questo diritto. Anche per i cinesi di Prato. Otto lavoratori sono morti, in un luogo dove non sono riconosciuti i diritti dell’individuo. La grande scommessa di questa Regione – ha concluso Rossi – è mettere mano nella mano i ragazzi cinesi con i ragazzi di Prato. Viva i diritti degli uomini e delle donne”.

 Comunicato stampa di Lucia Zambelli, Toscana Notizie

Pubblicato il 10 dicembre 2013