Lavoro

Fondo di Garanzia per lavoratori atipici

Pubblicato da giovanisi il 28 marzo 2013

La Regione Toscana, Assessorato al Lavoro, ha istituito un fondo speciali rischi per la prestazione di garanzie a favore di lavoratori/trici non in possesso di contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Attraverso il fondo, la cui gestione è affidata ad ARTEA, la Regione Toscana si fa garante nei confronti delle Banche affinché i lavoratori/trici che non hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato possano ottenere un prestito fino ad un massimo di € 15.000 a tassi agevolati.

Finalità del fondo
Attivare strumenti atti a sopperire alle carenze che l’attuale sistema di protezione sociale mostra nei confronti degli atipici in termini di tutela quali l’accesso al credito finalizzato ad interventi relativi a condizione familiare, alloggiativa, scolastica, formativa, lavorativa e di salute nonché all’acquisto di beni strumentali che aumentino la possibilità di assunzione in pianta stabile.
Regolamento del Fondo

Beneficiari
Possono ottenere il prestito attraverso la garanzia del Fondo i soggetti residenti in Toscana che siano titolari di un rapporto di lavoro non a tempo indeterminato in condizioni di vigenza, o che nei 6 mesi antecedenti la richiesta abbiano avuto in corso un contratto di tale tipologia.

Come ottenere il prestito
I soggetti che sono in possesso delle caratteristiche descritte nel paragrafo “Beneficiari” possono accedere al fondo rivolgendosi direttamente alle Banche aderenti all’iniziativa.

Il Fondo costituisce garanzia per le Banche che erogano il prestito personale, che è pertanto concesso senza la richiesta di ulteriori garanzie, né reali né personali, al beneficiario.

Sarà la Banca stessa a chiedere ad ARTEA, in nome e per conto del beneficiario, l’accesso al fondo.

L’importo massimo del prestito è di € 15.000, restituibili da 18 a 60 mesi, e può essere utilizzato per interventi relativi a condizione familiare, alloggiativa, scolastica, formativa, lavorativa e di salute nonché per l’acquisto di beni strumentali.

Il tasso di interesse applicato al prestito è un tasso fisso dato dalla somma del tasso IRS e dello Spread, quest’ultimo stabilito da ogni banca aderente e omnicomprensivo di qualsiasi voce di commissione e spesa. Tuttavia alcuni istituti bancari hanno predisposto dei prodotti bancari con riferimento alla struttura nominale del finanziamento (TAN) e non quella effettiva (TAEG) per cui il tasso finale risulterà superiore alla somma di Spread e Irs.

vai alla pagina dedicata sul sito della Regione Toscana

Contatti
Regione Toscana – tel. 055/4382305
e-mail: garanzia.atipici@regione.toscana.it

ARTEA – tel. 055/3241872
e-mail: garanzie@artea.toscana.it

 

Pubblicato il 28 marzo 2013