‘La tua idea per il Paese': i progetti vincitori si presentano a Firenze

Pubblicato da giovanisi il 7 marzo 2013

Martedì 12 ore 15 diretta su intoscana.it dell’evento di ItaliaCamp Toscana e Fondazione Sistema Toscana. Ingresso libero
All’incontro interverrà anche Carlo Andorlini, Responsabile dell’Ufficio Giovanisì
.

Sono due le idee toscane premiate nell’ambito della 2° edizione de “La tua idea per il Paese”, il concorso nazionale promosso dall’Associazione ItaliaCamp nel corso dell’anno 2012, che ha visto la società civile toscana coinvolta negli “Stati Generali del Centro Nord”, barcamp dedicato alle migliori progettualità ed idee delle regioni del centro-nord, tenutisi all’Università di Verona lo scorso 1 dicembre 2012 e aperti dall’intervento del Presidente del Consiglio Mario Monti. Tra le idee presentate nel corso della sessione di barcamp dedicata alla Toscana vincono “L’APP che salva la vita” di Stefano Mazzei, presidente dell’agenzia didattica Salvamento Academy e “RESET, recupero ecologico sedimenti e tecnosuolo” proposta dal gruppo guidato da Cristina Macci, composto dal team di ricerca pisano dell’ISE del CNR e dal dipartimento di ingegneria dell’energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni dell’Università di Pisa.

Martedì 12 marzo alle ore 15.00 presso l’Auditorium di Sant’Apollonia a Firenze, oltre alle progettualità toscane vincitrici, ItaliaCamp Toscana presenterà insieme a Fondazione Sistema Toscana gli obiettivi e le proposte relative al territorio per il 2013: con l’occasione verranno anticipati i dettagli della 3° edizione del concorso “La tua idea per il Paese” che l’Associazione ItaliaCamp lancerà a fine marzo.

Parteciperanno all’evento: il presidente dell’Associazione ItaliaCamp, Fabrizio Sammarco, il direttore di Fondazione Sistema Toscana, Paolo Chiappini, la coordinatrice di ItaliaCamp Toscana, Francesca Cima, i due vincitori toscani della seconda edizione del concorso “La tua idea per il Paese”, Stefano Mazzei e Cristina Macci. Parteciperà all’evento anche Carlo Andorlini, responsabile ufficio Giovanisi, il progetto regionale nato per favorire l’indipendenza dei ragazzi e il loro ingresso nel mondo del lavoro. Modererà i lavori Davide De Crescenzo, direttore di intoscana.it.

Intoscana.it è mediapartner dell’evento. La collaborazione con il Portale ufficiale della Toscana, che trasmetterà in diretta video streaming l’incontro da Sant’Apollonia, non si ferma qui. Intoscana.it racconterà le prossime fasi del concorso, le idee selezionate e il percorso verso la loro realizzazione.

Ecco i due progetti vincitori per la Toscana di “La tua idea per il Paese 2012”:
L’APP che salva la vita di Stefano Mazzei
:
Realizzazione di una applicazione specifica per iPhone o Android, da scaricarsi gratuitamente, che consente agli utenti che hanno indicato sul proprio profilo di essere addestrati nella rianimazione cardiopolmonare (RCP) di ricevere in real time la notifica se qualcuno nelle vicinanze ha bisogno di aiuto per un’emergenza sanitaria che può richiedere la RCP

RESET: Recupero Ecologico Sedimenti E Tecno-suolo di Cristina Macci, Eleonora Peruzzi, Serena Doni, Grazia Masciandaro, Brunello Ceccanti e Renato Iannelli.

Recuperare materiale di scarto, come i sedimenti di dragaggio, mediante una tecnologia biologica eco-compatibile che prevede l’utilizzo di piante ed ammendanti organici. Il prodotto derivato dal trattamento che si può definire “tecno-suolo”, potrà essere utilizzato in campo agronomico-ambientale.

Ed ecco il dettaglio dell’incontro di martedì 12 maggio dalle ore 15 presso l’Auditorium di Sant’Apollonia via San Gallo 25 Firenze:

Relatori
Paolo Chiappini, direttore Fondazione Sistema Toscana
Fabrizio Sammarco, presidente ItaliaCamp
Stefano Mazzei, ideatore de “L’App che salva la vita”
Cristina Macci, ideatrice di “Reset: Recupero Ecologico Sedimenti e Tecno-suolo”
Carlo Andorlini, responsabile ufficio Giovanisì, Regione Toscana
Francesca Cima, coordinatrice ItaliaCamp Toscana

Moderatore
Davide De Crescenzo, direttore intoscana.it

La partecipazione all’evento è libera

 

Fonte notizia: articolo di Mariangela Della Monica, www.intoscana.it

 

Pubblicato il 7 marzo 2013