Lavoro

Dote per i lavoratori e incentivi per l’occupazione: al via il bando 2013. Disponibili 13 milioni

Pubblicato da giovanisi il 11 febbraio 2013

Al via il pacchetto di incentivi per l’occupazione predisposti dalla Regione per il 2013. L’avviso è stato pubblicato il 1 febbraio ed è reperibile on line sul sito di Sviluppo Toscana (il soggetto cui è stata affidata la gestione operativa degli incentivi).

Come si ricorderà, il bando contribuisce, assieme alle agevolazioni fiscali previste dalla legge finanziaria regionale, alla formazione di quella che è stata definita la “dote” per favorire la riassunzione dei lavoratori licenziati o in mobilità. Si tratta di un pacchetto completo ed integrato, che coniuga il tradizionale meccanismo degli incentivi e della formazione del personale previsti dal bando, agli interventi sulla leva fiscale introdotti con la sopra citata legge finanziaria regionale.

La dote in dettaglio. La dote consiste in un pacchetto integrato di agevolazioni per favorire il reingresso nel mercato del lavoro di lavoratori e lavoratrici in mobilità e licenziati. Comprende: l’incentivo per l’assunzione a tempo indeterminato full time o part time pari rispettivamente a 8.000 e 4.000 euro; un voucher formativo aziendale per qualificare o riqualificare le persone assunte, fino ad un massimo di 3.000 euro. A queste misure, la Finanziaria regionale 2013 aggiunge la possibilità di detrarre dalla base imponibile IRAP le spese sostenute per l’assunzione a tempo indeterminato nell’anno 2013 di tali tipologie di personale dipendente (è prevista l’emanazione di un regolamento per le modalità operative ed applicative per usufruire di detta detrazione).

Misure per l’occupazione Si tratta di contributi per l’assunzione a tempo indeterminato, di donne sopra i 30 anni, disoccupate o inoccupate; per assunzioni a tempo indeterminato o determinato di giovani laureati; di dottori di ricerca; di lavoratori provenienti dalle liste di mobilità; per la stabilizzazione di lavoratori, da contratto a tempo determinato a indeterminato. E ancora, sono previsti contributi per coloro che hanno perso il lavoro a non più di 5 anni dalla pensione (anche in questo caso con una maggiorazione per le donne).

Ecco nel dettaglio, le figure di cui si incentiva l’assunzione.

Donne disoccupate/inoccupate, che abbiano compiuto il 30° anno di età, assunte a tempo indeterminato

Lo stato di disoccupazione delle donne over 30 deve essere comprovato tramite iscrizione presso il competente Centro per l’Impiego delle Province della Toscana ai sensi della normativa in vigore (D.Lgs 181/2000).

Giovani laureati di età non superiore ai 35 anni (40 anni per gli appartenenti alle categorie di cui alla L. 68/1999) assunti a tempo indeterminato o determinato con contratti di durata di almeno 12 mesi.

Dottori di ricerca, di età non superiore ai 35 anni (40 anni per gli appartenenti alle categorie di cui alla L. 68/1999), assunti a tempo indeterminato o determinato con contratti di durata di almeno 12 mesi.

Lavoratori iscritti alle liste di mobilità e lavoratori licenziati a partire dal 01/01/2008 per giustificato motivo e che alla data dell’assunzione siano in stato di disoccupazione.

Le assunzioni dovranno essere a tempo indeterminato e, nel caso dei lavoratori licenziati dal 01/01/2008, lo stato di disoccupazione deve essere comprovato tramite iscrizione presso il competente Centro per l’impiego.

Lavoratori in forza all’azienda con contratti a tempo determinato nel caso in cui gli stessi siano trasformati in contratti a tempo indeterminato almeno 4 mesi prima della scadenza prevista nel contratto iniziale.

Soggetti prossimi alla pensione cui manchino non più di 5 anni di contribuzione per la maturazione del diritto al trattamento pensionistico secondo la normativa vigente, in possesso di stato di disoccupazione secondo quanto stabilito dalla normativa in vigore, o in situazione di mobilità non indennizzata, o che siano comunque privi di ammortizzatori sociali, assunti a tempo indeterminato;

Soggetti prossimi alla pensione cui manchino non più di 3 anni di contribuzione per la maturazione del diritto al trattamento pensionistico secondo la normativa vigente, in possesso di stato di disoccupazione secondo quanto stabilito dalla normativa in vigore, o in situazione di mobilità non indennizzata, o che siano comunque privi di ammortizzatori sociali, assunti a tempo determinato

Le risorse disponibili per gli incentivi sono complessivamente 13 milioni di euro.

Per assistenza nella compilazione delle domande o informazioni è possibile rivolgersi a: assistenzaoccupazione@sviluppo.toscana.it.
Per tutte le problematiche tecniche relative all’accesso al sistema informatico, è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica: supportooccupazione@sviluppo.toscana.it

Per tutte le altre informazioni e comunicazioni è possibile rivolgersi a Sviluppo Toscana, via Dorsale 13, 54100 Massa, tel. 055 0935416, dalle 9.30 alle 13.00, dal lunedì al venerdì.

Vai alla pagina dedicata al bando sul sito di Giovanisì.

Comunicato stampa di Barbara Cremoncini, Toscana Notizie

Pubblicato il 11 febbraio 2013