Fare impresa, Lavoro, Tirocini

Giovanisì, 500 giovani in formazione per la digitalizzazione delle imprese artigiane

Pubblicato da giovanisi il 14 gennaio 2013

Sono 500 i giovani che, mercoledì 16 gennaio, all’Auditorium di Sant’Apollonia a Firenze, vedranno l’avvio del loro percorso formativo nell’ambito dell’intesa realizzata qualche settimana fa da Regione Toscana, Google, Cna Toscana e Fondazione Sistema Toscana per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese.

Saranno gli esperti di Google ad aprire la giornata, alle 9.30, con un seminario di lavoro che occuperà l’intera mattinata. Nel pomeriggio, fino alle 18, l’incontro sarà curato dall’altro partner del progetto, Fondazione Sistema Toscana.

I 500 ragazzi – tutti fa i 18 e i 30 anni, laureati o con diploma di scuola superiore – ammessi alla formazione sono il primo gruppo dei tanti giovani che si sono candidati fare un tirocinio presso le oltre 70 aziende che, ad oggi, hanno dato la loro disponibilità a reclutare giovani stagisti. A loro saranno affidati processi di rinnovamento legati alla web economy che, con le sole forze interne, molte piccole aziende non sono in grado di portare avanti.

Come ricorda l’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione che per la Regione ha sostenuto il progetto e firmato il protocollo d’intesa, l’obiettivo, duplice, è infatti quello di aiutare le piccole e medie imprese a cogliere le opportunita’ offerte dalla web economy, favorendo, al contempo, la formazione professionale dei giovani. L’idea alla base dell’intesa punta a promuovere un pacchetto di tirocini mirati a stimolare, in particolare, le piccole e medie imprese di settori tradizionali all’utilizzo del web per rafforzare il proprio business ed essere così più competitive sui mercati internazionali. L’intesa si inserisce nell’ambito del progetto Giovanisì e della legge regionale che ha previsto, per scongiurare l’uso distorto dei tirocini, l’erogazione di un importo forfettario a titolo di rimborso spese.

Le imprese artigiane che, spesso a causa delle piccole dimensioni, non dispongono di risorse per crearsi un sito in proprio ed accedere al web per avviare, ad esempio, operazioni di marketing o social media aziendali, potranno lanciarsi nell’impresa grazie ai giovani tirocinanti che, a loro volta, disporranno di strumenti ad hoc, dopo essere stati adeguatamente formati.

I nominativi dei 500 candidati al tirocinio sono stati inviati alle aziende che potranno attingere dall’elenco, secondo la provincia di appartenenza e secondo il profilo più adatto alle proprie esigenze contattando direttamente gli interessati. Le imprese potranno chiedere assistenza per le pratiche alla Cna territoriale cui dovrà comunque essere comunicato l’avvio del tirocinio.

Al protocollo si sono già affiancate collaborazioni da parte della Scuola Superiore Sant’ Anna di Pisa, che si occuperà di monitorare l’andamento del progetto e di trarre da questa esperienza dei casi di successo che potranno essere oggetto delle prossime Google Lectures che la Scuola si propone di organizzare. Anche l’Ateneo senese, con il corso di “Internet web per le pmi”, contribuirà al progetto fornendo tirocinanti esperti, arricchendo così ulteriormente la loro esperienza formativa.

Per ulteriori informazioni scrivere a digitalizziamoci@cnatoscana.it

 

 

Comunicato stampa di Barbara Cremoncini, Toscana Notizie

Pubblicato il 14 gennaio 2013